Notiziario 93 - 2010

10 novembre 2010

27/5/2010 N.93

NOTIZIARIO del Circolo UAAR di Bologna



UAAR - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - www.uaar.it

Presidenti onorari:  Laura BALBO, Carlo FLAMIGNI, Margherita HACK, Danilo MAINARDI, Piergiorgio ODIFREDDI, Pietro OMODEO, Floriano PAPI, Valerio POCAR, Emilio ROSINI, Sergio STAINO




1) 28 maggio - 6 giugno: tavolo UAAR al Festival delle culture antifasciste

2) Lunedì 10 maggio, ore 21: riunione del circolo UAAR di Bologna

3) L&apseducazione statale “è dittatura”? L&apsUAAR risponde al card. Caffarra

4) IX Congresso UAAR in vista: aderire o rinnovare l&apsiscrizione entro il 31 maggio per partecipare

5) Commenti, immagini e approfondimenti sulla "Seconda Sindone"




1) 28 maggio - 6 giugno: tavolo UAAR al Festival delle culture antifasciste

Il nostro circolo sarà presente con un tavolo informativo al Festival Sociale delle Culture Antifasciste in programma dal 28 maggio al 6 giugno nel Parco di Viale Togliatti a Bologna (mappa).





2) venerdì 28 maggio: pomeriggio laicissimo

La Rete Laica Bologna, alla quale il circolo UAAR di Bologna aderisce, vi invita a un triplo appuntamento culturale, a partire dalle ore 17 di venerdì 28 Maggio 2010, presso La Scuderia Piazza Verdi – Bologna

***

Ore 17.00, presentazione del libro PARAVENTI SACRI

Il “ventennio” della Chiesa Cattolica dietro il ritratto dei suoi protagonisti

di Valerio Gigante, Di Girolamo Editore

Ne parlano con l’autore

Don Andrea Gallo fondatore della comunità di S. Benedetto al Porto, Genova

Maurizio Cecconi portavoce Rete Laica Bologna

***

Ore 19.30, diletta ricreazione

APERITIVO LAICISSIMO CON ZAP & IDA

Vignette in diretta da La messa all’Indice, Morellini Editore

***

Ore 20.30, presentazione della tesi di laurea

IL TESTAMENTO BIOLOGICO

Un’analisi antropologica tra norma e società civile

di Giulietta Luul Balestra

Ne parlano con l’autrice

Giusi Marcante – Giornalista

Serafino D’Onofrio – Cellula Luca Coscioni Bologna





3) L&apseducazione statale “è dittatura”? L&apsUAAR risponde al card. Caffarra

Il 4 maggio scorso, nello stesso giorno in cui il presidente Napolitano ha sostenuto che “il contributo dei cattolici può risultare essenziale al fine di promuovere il confronto aperto e costruttivo tra diversi orientamenti”, l’arcivescovo di Bologna, card. Carlo Caffarra, ha dichiarato che lo Stato “non ha, non deve e non può aver un compito di responsabilità educativa: sarebbe la dittatura”, mentre, per contro, “impedire alla Chiesa di educare” vorrebbe dire “impedire alla Chiesa di esistere”.

“Stupisce che anche la più importante figura istituzionale italiana avalli ormai senza remore il progetto neo-confessionale della Chiesa”, commenta Raffaele Carcano, segretario dell’UAAR: “le gerarchie ecclesiastiche non vogliono confrontarsi, vogliono soltanto detenere il monopolio dell’istruzione e dell’informazione”.

E con l’aiuto di centrodestra e centrosinistra i loro desideri stanno purtroppo diventando realtà, conclude Carcano: “tutti chiudono gli occhi di fronte a dichiarazioni, come quelle del card. Caffarra, chiaramente incompatibili con il principio costituzionale di laicità dello Stato”.

Segnaliamo anche il comunicato stampa della Rete Laica di Bologna





4) IX Congresso UAAR in vista: aderire o rinnovare l&apsiscrizione entro il 31 maggio per partecipare

Stanno per essere ufficializzati i dettagli del IX Congresso UAAR, previsto per domenica 31 ottobre e lunedì 1 novembre 2010, preceduto nella giornata di sabato 30 ottobre dalla riunione annuale dei circoli.

Ai lavori congressuali e precongressuali (candidature e votazioni per i delegati, presentazione e sostegno di modifiche allo statuto alle tesi UAAR, ecc.) potranno partecipare i soci in regola con l&apsiscrizione alla data del 31 maggio 2010. Invitiamo i soci in ritardo a procedere immediatamente al rinnovo dell&apsadesione (fa testo la data di versamento della quota di iscrizione).





5) Commenti, immagini e approfondimenti sulla "Seconda Sindone"

Sabato 24 aprile, in una sala conferenze del Baraccano che per l&apsoccasione ha registrato il tutto esaurito, abbiamo presentato "LA SECONDA SINDONE".

Il prof. Luigi Garlaschelli, con precisione, competenza e un pizzico di ironia, ha illustrato come tutte le prove storiche e fisiche portino a giudicare implausibile l&apsautenticità della sindone conservata a Torino. Ha poi illustrato in dettaglio come sia possibile riprodurre il "sacro lenzuolo" utilizzando esclusivamente tecniche e materiali disponibili nel 1300, periodo in cui la reliquia compare nei documenti storici (bollata dal vescovo Henri de Poitiers come evidente falso) e periodo in cui è stata collocata dalla radiodatazione con metodo del carbonio 14.

Tutti hanno potuto osservare le varie sindoni prodotte dal prof. Garlaschelli, compresa la versione di 4,40 metri che riproduce integralmente la versione più nota, esposta a Torino. Come ci ha infatti ricordato Guido Armellini, presidente della Chiesa Metodista di Bologna, la sindone di Torino è solo una delle più di 40 sindoni che circolavano nel medioevo.

Una relazione approfondita del prof. Garlaschelli può essere scaricata da questa pagina (150 Mega circa).

Un altro sito da segnalare è

http://sindone.weebly.com/

Infine, proponiamo una piccola rassegna fotografica al termine della conferenza, nella sala del Baraccano.




Ogni sabato mattina, dalle 10 alle 12, festivi esclusi, il circolo UAAR di Bologna riceve soci, simpatizzanti e cittadini che vogliano conoscere la nostra associazione e le nostre attività, esporre problemi di laicità violata, fare quattro chiacchiere sui nostri temi associativi, consultare il materiale a disposizione (riviste, libri, volantini, DVD…).

Ci trovate in via Don Minzoni 18, all&apsinterno della Salara, storico edificio nato nei pressi del porto fluviale di Bologna per conservare il sale che giungeva dal mare attraverso il canale Navile. La Salara è sede di ArciGay e ArciLesbica nazionali. E&aps gestita dal circolo gay Il Cassero, che ringraziamo per l&apsospitalità.

Per arrivare consultare la mappa http://www.cassero.it/map/

Negli orari di apertura, rispondiamo telefonicamente al numero: 051 0957215



Se non vuoi piu&aps ricevere questo notiziario, rispondi a questa mail indicandocelo.

Puoi liberamente inoltrarlo a chi ritieni possa essere interessato, che per riceverlo regolarmente dovrà farne richiesta a bologna@uaar.it





Circolo UAAR di Bologna

www.uaar.it/bologna   bologna@uaar.it

I commenti sono chiusi.