Notiziario 98 - 2010

10 novembre 2010

8/9/2010 N.98

NOTIZIARIO del Circolo UAAR di Bologna



UAAR - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - www.uaar.it

Presidenti onorari:  Laura BALBO, Carlo FLAMIGNI, Margherita HACK, Danilo MAINARDI, Piergiorgio ODIFREDDI, Pietro OMODEO, Floriano PAPI, Valerio POCAR, Emilio ROSINI, Sergio STAINO




1) Sabato 11/9, ore 22, dibattito: XX Settembre, laicità incompiuta e voglie di revisionismo

2) Cevenini, un inizio bel poco laico

3) Facsimile di diffida per scuole che non attivano l&apsora alternativa

4) Stand UAAR alla Festa dell&apsUnità di Bologna, dal 26/8 al 20/9

5) Sospesa l&apsapertura della sede





1) Sabato 11/9/2010, ore 22, dibattito: XX Settembre, laicità incompiuta e voglie di revisionismo

Sabato 11 settembre, ore 22, presso l’“Esaforum/Piazza delle Associazioni” della Festa dell’Unità di Bologna (Parco Nord)

il circolo UAAR di Bologna organizza l’incontro:

XX Settembre

laicità incompiuta e voglie di revisionismo

a 140 anni dalla vera unità d’Italia

Partecipano:

l’on. Franco Grillini, consigliere regionale Emilia Romagna, presidente onorario Arcigay

Maurizio Cecconi, portavoce Rete Laica Bologna

Sergio Ribet, pastore della Chiesa Metodista Valdese di Bologna

Roberto Grendene, coordinatore del circolo UAAR di Bologna

Promuovi l’evento su facebook  -  Commenta sul blog del circolo UAAR di Bologna





2) Cevenini, un inizio bel poco laico

Lo scorso lunedì abbiamo ascoltato Maurizio Cevenini parlare da candidato a sindaco di Bologna alla Festa dell&apsUnità.

Ci chiedevamo cosa avrebbe detto sui finanziamenti comunali alle scuole private cattoliche (oltre un milione di euro l&apsanno) e su altri temi laici.

In quella occasione non ha detto sostanzialmente nulla.

Lo ha fatto l&apsindomani, quando domande più concrete gli sono state poste ai microfoni di Radio Città del Capo.

Abbiamo scoperto che intende continuare a finanziare le scuole private cattoliche, e che rifiuta a priori l&apsidea di sposare, simbolicamente, persone dello stesso sesso.

Un inizio ben poco laico.

Chissà se anche lui, come già Delbono, considera che il culto debba "essere promosso in senso attivo" e quindi intenda continuare a finanziare con i soldi del comune l&apsimmenso patrimonio immobiliare della Curia (con le centinaia di migliaia di euro l&apsanno derivanti dagli oneri di urbanizzazione secondaria).

Come aderenti alla Rete Laica Bologna, il nostro circolo ne ha condiviso il comunicato stampa, che invitiamo a leggere.

Segnaliamo prese di posizione più laiche da parte di Franco Grillini (IdV) e di Gian Mario Anselmi, che conferma la propria candidatura alle primarie per il candidato sindaco di Bologna per il centro sinistra.





3) Facsimile di diffida per scuole che non attivano l&apsora alternativa

Nel precedente notiziario riportavamo della vittoria legale dell&apsUAAR presso il Tribunale di Padova, che con ordinanza del 30 luglio 2010 stabiliva che l&apsinsegnamento alternativo alla religione cattolica è un diritto, e ogni scuola è obbligato a garantirlo. Condannava quindi una scuola che lo aveva negato al pagamento della somma di 1.500 euro.

L&apsUAAR mette ora a disposizione un facsimile di diffida che i genitori di ogni studente possono inviare alle autorità scolastiche che si rifiutano di attivare gli insegnamenti alternativi.

L&apsUAAR rimane ovviamente a disposizione per prestare un aiuto giuridico a tutti coloro che si vedranno rifiutare l&apsora alternativa anche dopo aver inviato la diffida.





4) Stand UAAR alla Festa dell&apsUnità di Bologna, tutte le sere fino al 20/9/2010

Dal 26 agosto l&apsUAAR è presente come associazione ospite alla Festa provinciale de L&apsUnità, al Parco Nord di Bologna.

Il nostro stand si trova al padiglione 73, nella "Piazza delle Associazioni", dove i nostri volontari informano e distribuiscono materiale sull&apsassociazione e le sue campagne: Occhiopermille, Ora alternativa, Sbattezzo, Testamento biologico/liberi di scegliere, Oneri e altro ancora.

Allo stand è possibile aderire alla terza giornata dello Sbattezzo (vedi volantino) e recuperare documentazione sul diritto all&apsora alternativa, diritto divenuto conclamato grazie anche alle azioni legali dell&apsUAAR (vedi volantino1 e volantino2).

Lo stand apre tutte le sere dalle ore 20 (sabato e domenica dalle 18).

Ringraziando l&apsorganizzazione della Festa per lo spazio concesso, ricordiamo che l&apsUAAR è apartitica e che la nostra presenza come ospiti a feste di partiti o movimenti avviene per promuovere i nostri scopi statutari e per confrontarci liberamente su di essi.





5) Sospesa l&apsapertura della sede

In concomitanza con la nostra presenza giornaliera alla Festa dell&apsUnità, l&apsapertura della nostra sede presso il Cassero del sabato mattina viene sospesa.

Si riprenderà da sabato 25 settembre





(NB: apertura sede temporaneamente sospesa: si riprende sabato 25 settembre)

Ogni sabato mattina, dalle 10 alle 12, festivi esclusi, il circolo UAAR di Bologna riceve soci, simpatizzanti e cittadini che vogliano conoscere la nostra associazione e le nostre attività, esporre problemi di laicità violata, fare quattro chiacchiere sui nostri temi associativi, consultare il materiale a disposizione (riviste, libri, volantini, DVD…).

Ci trovate in via Don Minzoni 18, all&apsinterno della Salara, storico edificio nato nei pressi del porto fluviale di Bologna per conservare il sale che giungeva dal mare attraverso il canale Navile. La Salara è sede di ArciGay e ArciLesbica nazionali. E&aps gestita dal circolo gay Il Cassero, che ringraziamo per l&apsospitalità.

Per arrivare consultare la mappa http://www.cassero.it/map/

Negli orari di apertura, rispondiamo telefonicamente al numero: 051 0957215



Se non vuoi piu&aps ricevere questo notiziario, rispondi a questa mail indicandocelo.

Puoi liberamente inoltrarlo a chi ritieni possa essere interessato, che per riceverlo regolarmente dovrà farne richiesta a bologna@uaar.it





Circolo UAAR di Bologna

www.uaar.it/bologna   bologna@uaar.it

I commenti sono chiusi.