Notiziario 107

7 maggio 2012

Notiziario del circolo UAAR di Bologna
n.107, 30 marzo 2011

1) Venerdì 1 aprile: presentazione di “Nati per credere”
2) Tavoli OcchioPerMille
3) Genova 5-8 maggio, convegno UAAR “In un mondo senza dio”. Con Margherita Hack, Giulio Giorello, Taslima Nasrin, Paolo Flores D’Arcais, Nicola Piovani, Carlo Flamigni…
4) MIUR e MEF: ora alternativa “servizio strutturale obbligatorio” pagato dallo Stato
5) De Mattei: “Terremoto in Giappone castigo divino”. Petizione online per le dimissioni del vicepresidente del CNR
6) Solidarietà internazionale

1) Venerdì 1 aprile: presentazione di “Nati per credere”
Venerdi 1 aprile alle 18 presso la Libreria Coop Minganti [vedi mappa], via della Liberazione 11 - angolo via Ferrarese, Bologna, il Circolo UAAR invita alla presentazione del libro:
NATI PER CREDERE, Perché il nostro cervello sembra predisposto a fraintendere la teoria di Darwin.
Sarà presente il professor Giorgio Vallortigara, ordinario di neuroscienze all’università di Trento, autore del libro assieme a Vittorio Girotto e a Telmo Pievani. Dialogano con l’autore Stefano Rosanelli e Francesca Guidi.
Promuovi l’evento su Facebook.
Leggi la recensione su uaar.it.

2) Tavoli OcchioPerMille
Dopo la giornata di sabato scorso in via dei Mille angolo via Indipendenza, gli appuntamenti con i tavoli informativi OcchioPerMille organizzati dal circolo UAAR di Bologna proseguono:
- domenica 10 aprile, dalle 9 alle 14, a San Lazzaro in via Emilia 140
- lunedì 18 aprile dalle 9 alle 13, a Bologna in piazza Liber Paradisus all’entrata dei nuovi uffici comunali.

3) Genova 5-8 maggio, convegno UAAR “In un mondo senza dio”.
Con Margherita Hack, Giulio Giorello, Taslima Nasrin, Paolo Flores D’Arcais, Nicola Piovani, Carlo Flamigni…
Nel fine settimana compreso tra il 5 e l’8 maggio 2011 l’UAAR trasformerà Genova nella capitale mondiale della non credenza, con il convegno “In un mondo senza dio - In a godless world”.
Le conferenze, a ingresso libero, saranno tenute da prestigiosi relatori italiani e stanieri: Giulio Giorello, Telmo Pievani, Gilberto Corbellini, Paolo Flores d’Arcais, Taslima Nasrin, A.C. Grayling, Laura Balbo, Carlo Flamigni, Freddy Boeykens, Margherita Hack e Nicola Piovani.
Si svolgerà inoltre l’assemblea generale della Federazione Umanista Europea, realtà continentale che raggruppa le maggiori associazioni umanistiche europee e del cui Consiglio d’Amministrazione fa parte l’UAAR.
Per maggiori informazioni sono disponibili online il pieghevole ufficiale e il programma dettagliato.
Alcuni soci del circolo UAAR di Bologna hanno già organizzato il viaggio nella città ligure. Invitiamo i lettori del nostro notiziario a programmare un soggiorno a Genova per partecipare al più importante evento mai organizzato dall’UAAR.

4) MIUR e MEF: ora alternativa “servizio strutturale obbligatorio” pagato dallo Stato
Il Circolo UAAR di Bologna, assieme agli altri circoli e ai referenti UAAR sul territorio nazionale, aveva inviato comunicazioni a tutte le scuole della propria provincia all’inizio dell’anno scolastico 2010/2011 e al momento delle iscrizioni all’anno scolastico 2011/2012, per sollecitare l’attivazione delle attività didattiche alternative alla religione cattolica.
Abbiamo così contribuito attivamente a far giungere ai ministeri dell’istruzione (MIUR) e delle finanze (MEF) “numerosi quesiti [... ] circa le modalità di pagamento delle ore di attività alternative”. Queste le parole presenti in una circolare della Ragioneria dello Stato, che il MIUR assieme al MEF hanno inviato in questi giorni a tutte le scuole italiane.
La circolare ribadisce che la scelta di avvalersi delle attività didattiche alternative alla religione cattolica rende le stesse un “servizio strutturale obbligatorio”, da pagare “a mezzo dei ruoli di spesa fissa”.
I due ministeri ufficializzano che chi paga l’ora alternativa è lo Stato e non i singoli istituti scolastici: la presunta mancanza di indicazioni ministeriali sul suo pagamento, che ne avrebbe impedito o ostacolato l’attivazione, non è più una scusa che segreterie o dirigenti scolastici possono accampare.
Leggi l’Ultimissima sul sito UAAR, dove è possibile scaricare la nota inviata alle scuole italiane.

5) De Mattei: “Terremoto in Giappone castigo divino”.
Petizione online per le dimissioni del vicepresidente del CNR
Avevamo già conosciuto Roberto De Mattei, vicepresidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche, per aver organizzato un convegno presso il CNR di stampo creazionista (Ultimissima del 30 novembre 2009).
Il nostro ha ora sostenuto, ai microfoni di Radio Maria, che:
- il recente terremoto giapponese rientra nel disegno divino e potrebbe essere una punizione, “esigenza della giustizia di Dio”
- “le grandi catastrofi sono la voce terribile ma paterna della bontà di Dio che richiama al fine ultimo della nostra vita”
- “se la Terra non avesse pericoli, dolori, catastrofi, eserciterebbe su di noi un fascino irresistibile e dimenticheremmo troppo facilmente che noi siamo cittadini del cielo”
- “le catastrofi sono i giusti castighi di Dio” in quanto “alla colpa del peccato originale si aggiungono le nostre colpe personali e quelle collettive, e mentre Dio premia e castiga nell’eternità, è sulla terra che premia o castiga le nazioni”.
Queste ed altre dichiarazioni possono essere ascoltate su youtube.
Inviamo a sottoscrivere la petizione online per le dimissioni di De Mattei, che anche grazie all’UAAR ha superato le seimila firme, e ad aderire alla campagna su facebook che ha il medesimo obiettivo.

6) Solidarietà internazionale
Nell’ambito della campagna di solidarietà internazionale l’UAAR ha deliberato l’erogazione di un contributo di 500 euro a favore del “Emitos Girls Humanist Football Club”, un progetto nato per sensibilizzare le giovani donne ugandesi su temi quali le gravidanze indesiderate e la trasmissione dell’AIDS.
L’UAAR invita soci e simpatizzanti a dare il loro contributo direttamente attraverso l’apposito sito web.

I commenti sono chiusi.