Notiziario 119

2 marzo 2012

Notiziario del circolo UAAR di Bologna
n.119, 3 novembre 2011

1) Martedì 8 novembre: riunione di circolo
2) CRAL Regione Emilia Romagna: messa per dipendenti scomparsi
3) Zola Predosa: oltre mezzo milione di euro per l’edilizia di culto
4) Giornata dello Sbattezzo 2011
5) Bambini in visita dal papa in orario scolastico: l’UAAR dice «no»
6) La pagina facebook del nostro circolo supera i 500 «mi piace»

1) Martedì 8 novembre: riunione di circolo
Martedì 8 novembre, ore 21, presso il Cassero, via don Minzoni 18, riunione dei soci del circolo UAAR di Bologna. Benvenuti anche i simpatizzanti.

2) CRAL Regione Emilia Romagna: messa per dipendenti scomparsi
Il CRAL dipendenti della Regione Emilia-Romagna ha organizzato oggi il Giorno del ricordo, consistente in una messa in memoria di tutti i dipendenti scomparsi.
Cinzia Scarpellini, dipendente della Regione, ha scelto di scrivere al CRAL, e per conoscenza al nostro circolo, per esprimere il suo dissenso a essere ricordata, in caso di decesso, in un rito di una religione che non le appartiene.
Il presidente del CRAL le ha suggerito di segnare il suo nome sotto un cartello “da non ricordare in caso di morte”, rivendicando la messa come scelta “più giusta” per il ricordo di tutti.
Il circolo UAAR di Bologna, condividendo le opinioni di Cinzia Scarpellini, promuove la scelta di cerimonie civili. Cerimonie che, non prendendo parte alcuna, includono tutti. Una scelta che sarebbe doverosa per il Circolo Dipendenti della Regione Emilia Romagna, che da statuto dichiara di ispirarsi ai principi di democrazia e uguaglianza dei diritti.
Maggiori dettagli sul nostro blog e sulla nostra pagina Facebook.

3) Zola Predosa: oltre mezzo milione di euro per l’edilizia di culto

L’UAAR ha chiesto al Comune di Zola Predosa l’accesso agli atti relativi alle erogazioni di oneri di urbanizzazione secondaria per edilizia di culto.
Dall’esame della documentazione ottenuta è emerso che dal 2000 al 2010 sono stati distribuiti 566.153,57 euro, di cui 514.020,87 euro all’abate Don Gino Stazzari “nella sua qualità di rappresentante degli Enti Religiosi Cattolici del Comune di Zola Predosa” e 52.132,70 euro alla Congregazione dei Testimoni di Geova.
Ricordiamo che è sufficiente una semplice delibera del Consiglio Comunale per azzerare gli arcaici contributi comunali all’edilizia di culto, scelta che permetterebbe di utilizzare tali somme per edilizia scolastica, verde pubblico, parcheggi, impianti sportivi e altre opere di tutti e per tutti.
Maggiori informazioni sulla pagina della Campagna oneri.

4) Giornata dello Sbattezzo 2011
Il 25 ottobre degli anni dal 2008 al 2010 il nostro circolo ha organizzato la Giornata dello Sbattezzo, aiutando oltre 200 cittadini che avevano subito il battesimo ad esercitare il diritto di uscire da una confessione religione alla quale non appartenevano più (o alla quale, con il proprio consenso, non erano mai appartenuti).
Nei numerosi tavoli informativi che abbiamo organizzato nel 2011, sempre più persone ci hanno detto che avevamo già provveduto autonomamente a sbattezzarsi.
L’invito che abbiamo rivolto loro, e che rivolgiamo ora ai lettori di questo notiziario, è quello di registrarsi sullo “sbattezzo counter”: è sufficiente visitare il sito sbattezzati.it e, seguendo semplici istruzioni, caricare la scansione della lettera del parroco che attesta l’avvenuto sbattezzo (va bene anche una semplice foto digitale). La nostra provincia conta ad oggi 34 sbattezzi registrati (fa testo la parrocchia dove si fu battezzati), mentre a livello nazionale siamo a quota 1373.
Chi volesse procedere allo sbattezzo, invece, può seguire le istruzioni sul nostro sito nazionale.

5) Bambini in visita dal papa in orario scolastico: l’UAAR dice «no»
Il circolo UAAR di Bologna invita tutti a segnalare casi di scuole che hanno aderito alla “Giornata per la tutela del Creato”, che prevede di portare gli scolari in udienza dal papa il prossimo 28 novembre. Di seguito il comunicato stampa UAAR del 25/10/2011

In un periodo di crisi economica e di tagli alla scuola pubblica, investire le poche risorse disponibili per partecipare a un happening confessionale viola, contemporaneamente, il principio di laicità dello Stato e il buon senso. Eppure, il sottosegretario all’istruzione Guido Viceconte ha recentemente scritto alle autorità scolastiche per invitare le scuole a partecipare all’udienza papale che avrà luogo il 28 novembre in Vaticano, in occasione della ‘Giornata per la tutela del Creato’. L’iniziativa sponsorizzata è organizzata da un’associazione cattolica, “Sorella natura”.
«Ancora una volta, il governo dei tagli si trasforma in governo scialacquatore quando si tratta degli interessi della Chiesa cattolica», commenta Raffaele Carcano, segretario UAAR: «non ci sono soldi per le uscite didattiche a carattere scientifico, ma pagare i docenti per accompagnare bambini al catechismo è invece ritenuto meritorio».
Se quello rivolto ai dirigenti scolastici è solo un invito inopportuno, l’UAAR pretende però «che vengano inviati i dovuti inviti per attivare l’ora alternativa all’insegnamento della religione cattolica»: l’associazione sta infatti ricevendo ancora numerose segnalazioni di discriminazioni nei confronti degli studenti ‘non avvalentisi’, nonostante il diritto a non frequentare l’ora di religione sia ormai riconosciuto anche dalla giurisprudenza in seguito a un’azione legale promossa dalla stessa UAAR.
«Invitiamo il governo a pensare innanzitutto agli interessi delle future generazioni, anziché a quelli della Chiesa cattolica», conclude Carcano, «e a prestare maggiore attenzione alle ricadute economiche e legali di quello che fa». L’associazione ha inviato una nota di protesta al ministero dell’istruzione.

6) La pagina facebook del nostro circolo supera i 500 «mi piace»
Dal precedente numero del notiziario i «mi piace» dedicati alla pagina Facebook del nostro circolo hanno superato quota 500.
Chi volesse aggiungersi è il benvenuto.
Questo l’indirizzo della nostra pagina:
http://www.facebook.com/uaarbologna

I commenti sono chiusi.