Home > newsletter > Notiziario 133

Notiziario 133

18 ottobre 2012

Notiziario del circolo UAAR di Bologna
n.133, 15 ottobre 2012

1) “Bella addormentata” - Premio Brian 2012, oggi al Lumière
2) Fecondazione assistita, l’Italia non ricorra contro l’Europa
3) Contributi regionali a enti religiosi - aggiornamenti


1) “Bella addormentata” - Premio Brian 2012, oggi al Lumière

Il Circolo UAAR di Bologna invita alla proiezione del film Bella addormentata di Marco Bellocchio, in programma lunedì 15 ottobre alle 19,45 al Cinema Lumière (via Azzo Gardino, 65). Bella addormentata è stato insignito del Premio Brian 2012 dell’UAAR alla mostra del Cinema di Venezia. La pellicola, scrive la giuria, “affronta il tema del ‘fine-vita’ con spirito laico, sottolineando l’importanza del rispetto delle scelte individuali”.
[Scheda sul sito della Cineteca di Bologna]

2) Fecondazione assistita, l’Italia non ricorra contro l’Europa
Non si può obbligare una donna a subire l’impianto di embrioni gravemente malati. Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti dell’uomo lo scorso 28 agosto, facendo incassare l’ennesima bocciatura, questa volta internazionale, alla retrograda e approssimativa legge 40 sulla fecondazione assistita. Ma l’ex presidente del “Movimento ecclesiale di impegno culturale” e attuale ministro della Salute Renato Balduzzi, con un approccio davvero poco tecnico, ha annunciato il ricorso da parte del governo italiano.
Per contrastare questa prospettiva, è stato inviato un appello al presidente del consiglio dei ministri Mario Monti. I 29 firmatari sono di estrazioni e convinzioni diverse, accomunati dal sostegno all’autodeterminazione e dalla contrarietà ad imposizioni da stato autoritario. Tra di essi Carlo Flamigni e Valerio Pocar, presidenti onorari Uaar, oltre al segretario dell’associazione Raffaele Carcano.
L’Uaar, che sostiene attivamente l’iniziativa, invita a firmare la petizione No ricorso su fecondazione che ha già superato le 1300 firme.
Ha inoltre realizzato la seguente campagna di comunicazione sui social network

att00002

3) Contributi regionali a enti religiosi - aggiornamenti
Nello scorso notiziario avevamo quantificato in 1.774.143 euro i contributi della regione Emilia Romagna ad enti religiosi per l’anno 2011. La nostra indagine è stata aggiornata, e il totale è salito a 1.896.573,58 euro.
Abbiamo inoltre notato come l’erogazione maggiore, 416.732,06 euro devoluti alla Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla, sia l’unica in tutto l’albo a favore di “soggetti privati per danni causati dai sismi nei mesi di aprile-giugno 2000 e da calamita’ i drogeologiche nei mesi di ottobre-novembre 1999″. A parte la discutibile scelta di sussidiare un privato quale la diocesi, già straordinariamente ricco e appartenente ad una organizzazione che costa allo stato oltre 6 miliardi l’anno, suona strano che non vi siano altri privati meritevoli di sostegno per la messa in sicurezza sismica dei propri immobili.

newsletter

I commenti sono chiusi.