Notiziario 77 - 2009

28 giugno 2010

28/05/2009 N.77

NOTIZIARIO del Circolo UAAR di Bologna



UAAR - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - www.uaar.it

Presidenti onorari:  Laura BALBO, Carlo FLAMIGNI, Margherita HACK, Danilo MAINARDI, Piergiorgio ODIFREDDI, Pietro OMODEO, Floriano PAPI, Valerio POCAR, Emilio ROSINI, Sergio STAINO




1) L&apsUAAR al Festival Sociale delle Culture Antifasciste, 29 maggio - 2 giugno, Parco delle Caserme Rosse

2) Elezioni comunali a Bologna: le risposte dei candidati alle "10 domande laiche" dell&apsUAAR

3) Conferenza stampa UAAR: in 1360 chiedono al futuro sindaco di fermare i finanziamenti all&apsedilizia di culto e di pensare piuttosto all&apsedilizia scolastica

4) Al Pride di Genova in bus: biglietti in vendita presso il Cassero

5) Tenere accesa la luce della ragione non costa nulla




1) L&apsUAAR al Festival Sociale delle Culture Antifasciste, 29 maggio - 2 giugno, Parco delle Caserme Rosse

Il circolo UAAR di Bologna sarà presente con un tavolo informativo al Festival Sociale delle Culture Antifasciste, tutte le sere dal 29 maggio al 2 giugno, presso il Parco delle Caserme Rosse, via di Corticella 147, Bologna.

Informiamo che sono arrivati i poster "La cattiva notizia è che Dio non esiste. Quella buona, è che non ne hai bisogno" (100 x 70 cm).

Passate a trovarci per non rimanere senza.



2) Elezioni comunali a Bologna: le risposte dei candidati alle "10 domande laiche" dell&apsUAAR

Come annunciato nel notiziario n.75 del 22 aprile scorso, abbiamo inviato le nostre 10 domande laiche ai candidati e alle liste che concorrono alla competizione elettorale per le elezioni comunali di Bologna.

Ad oggi ci hanno risposto in 14, tra cui 5 candidati sindaci:


Carla Codroma, candidata per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Sergio Lo Giudice, candidato per la lista "PD - PARTITO DEMOCRATICO - DELBONO SINDACO"

Gianfranco Pasquino, candidato sindaco per la lista "PASQUINO CITTADINI PER BOLOGNA"

Maurizio Cecconi, candidato per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Micol Todesco, candidata per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Giuseppina Tedde, candidata sindaca per la lista "ALTRA CITTA&aps - Lista civica di donne"

Roberto Maurizzi, candidato per la lista "Di Pietro Italia dei Valori"

Roberta Rendina, candidato per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Valerio Monteventi, candidato sindaco per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Carlo Raggi, candidato per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Giovanni Favia, candidato sindaco per la lista "Lista Civica Beppe Grippo Bologna"

Paola Donati, candidata per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Luisa Caroli, candidata per la lista "BOLOGNA CITTA&aps LIBERA"

Michele Terra, candidato sindaco per la lista "Partito Comunista dei Lavoratori"


Per leggere le loro risposte, vi invitiamo a visitare il nostro sito , dove saranno aggiunte quelle che perverranno nei prossimo giorni.



3) Conferenza stampa UAAR: in 1360 chiedono al futuro sindaco di fermare i finanziamenti all&apsedilizia di culto e di pensare piuttosto all&apsedilizia scolastica

Il comune di Bologna destina ogni anno alle Chiese, Curia Arcivescovile in testa, una somma che oscilla tra i 500.000 e gli 800.000 euro, con finalità "edilizia di culto".

Giovedì 28 maggio, alle ore 11:30, presso il Caffè La Linea di Piazza Re Enzo, il circolo UAAR di Bologna ha convocato una conferenza stampa per chiedere ai candidati sindaco di Bologna di rispondere ai 1360 cittadini che hanno firmato per interrompere questo finanziamento e per destinarlo ad opere di pubblica utilità (asili nido, scuole materne, impianti sportivi, verde pubblico, ecc.). La petizione, indetta ai sensi del regolamento comunale, vede tra i firmatari Carlo Flamigni, Paolo Flores d&apsArcais, Curzio Maltese, Sergio Staino; verrà consegnata ufficialmente agli organi comunali una volta insediata la nuova Giunta comunale.

Roberto Grendene, cordinatore del Circolo UAAR di Bologna, ha svolto la relazione introduttiva

Hanno poi preso la parola i candidati sindaco Valerio Monteventi (Bologna Città Libera), Gianfranco Pasquino (Pasquino Cittadini per Bologna), Giuseppina Tedde (Altra Città - Lista Civica di Donne), Michele Terra (Partito Comunista dei Lavoratori): tutti si sono dichiarati a favore della proposta UAAR.

Grandi assenti Flavio Delbono, Giorgio Guazzaloca ed Alfredo Cazzola, che non hanno risposto alle 10 domande laiche inviate loro dal circolo UAAR di Bologna 15 giorni fa: la prima domanda chiedeva proprio di prendere posizione sulla "tassa di religione" rappresentata dalle centinaia di migliaia di euro che ogni anno dalle casse comunali passano a quelle degli enti religiosi per "edilizia di culto".

Il TG3 RAI regionale della sera ha dedicato un breve servizio all&apsiniziativa. Vedremo se i giornali dei prossimi giorni daranno spazio a questa nostra iniziativa.





4) Al Pride di Genova in bus: biglietti in vendita presso il Cassero

L&apsUAAR ha aderito al Pride Nazionale 2009, che si terrà a Genova sabato 27 giugno.

La presenza UAAR al Pride è sempre stata numerosa: ricordiamo l&apsedizione 2008 a Bologna, dove l&apsUAAR fu la più rappresentata tra le associazioni non lgbt (vedi rassegna fotografica del Bologna Pride 2008 )

Informiamo soci e simpatizzanti che volessero partecipare allo spezzone UAAR della manifestazione di Genova che il Cassero organizza un servizio con andata e ritorno in bus in giornata ad un costo di 10 euro.

Per maggiori informazioni e prenotazioni controllare sul sito del Cassero





5) Tenere accesa la luce della ragione non costa nulla

clic sull&apsimmagine a fianco per vedere l&apsintero manifesto



Dal 7 maggio per le vie di Bologna, a spese del nostro circolo, sono stati affissi 80 manifesti con questo messaggio: «Difendi la laicità dello Stato e la libertà di pensare. Tenere accesa la luce della ragione non costa nulla. Dona il 5 per mille alla Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti» (vedi immagine).



Per promuovere la scelta del 5 per mille a favore dell&apsUAAR (ossia per realizzare i suoi scopi), può essere scaricato un banner (vedi codice html in questa pagina), oppure possono essere scaricati e diffusi il volantino "Garibaldi" e il volantino "Salvemini"



Per destinare il 5 per mille all’UAAR è sufficiente compilare lo spazio riservato al cinque per mille sulle dichiarazioni dei redditi (CUD, 730, Unico) nel seguente modo:

apporre la propria firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c.1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997 e delle fondazioni nazionali di carattere culturale”;

riportare il codice fiscale dell’UAAR 92051440284 nello spazio collocato subito sotto la firma.

Il cinque per mille non è una tassa in più. Semplicemente, il contribuente decide come deve essere utilizzata una parte delle tasse che già deve pagare. Se non decide nulla, il suo cinque per mille rimane a disposizione dello Stato: se lo destina all&apsUAAR, quella somma verrà impiegata per la difesa dei diritti civili degli atei e degli agnostici, per l&apsaffermazione della laicità dello stato, per la diffusione del pensiero razionale. Per questo motivo l&apsUAAR invita i suoi soci e i suoi simpatizzanti a sceglierla come destinataria del loro cinque per mille: in un&apsepoca in cui la politica e i mezzi di informazione promuovono sempre più decisamente la presenza religiosa nella società, sostenere un&apsassociazione come la nostra significa dare un piccolo ma importantissimo contributo per la costruzione di un paese migliore.

Raffaele Carcano, Segretario UAAR






Ogni sabato mattina, dalle 10 alle 12, il circolo UAAR di Bologna riceve soci, simptizzanti e cittadini che vogliano conoscere la nostra associazione e le nostre attività, esporre problemi di laicità violata, fare quattro chiacchiere sui nostri temi associativi, consultare il materiale a disposizone (riviste, libri, volantini, DVD…).

Ci trovate in via Don Minzoni 18, all&apsinterno della Salara, storico edificio nato nei pressi del porto fluviale di Bologna per conservare il sale che giungeva dal mare attraverso il canale Navile. La Salara è sede di ArciGay e ArciLesbica nazionali. E&aps gestita dal circolo gay Il Cassero, che ringraziamo per l&apsospitalità.

Per arrivare consultare la mappa http://www.cassero.it/map/

Negli orari di apertura, rispondiamo telefonicamente al numero: 051 555661



Se non vuoi piu&aps ricevere questo notiziario, rispondi a questa mail indicandocelo.

Puoi liberamente inoltrarlo a chi ritieni possa essere interessato, che per riceverlo regolarmente dovrà farne richiesta a bologna@uaar.it





Circolo UAAR di Bologna

www.uaar.it/bologna   bologna@uaar.it

   

I commenti sono chiusi.