Notiziario 81 - 2009

2 agosto 2010

23/07/2009 N.81

NOTIZIARIO del Circolo UAAR di Bologna



UAAR - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - www.uaar.it

Presidenti onorari:  Laura BALBO, Carlo FLAMIGNI, Margherita HACK, Danilo MAINARDI, Piergiorgio ODIFREDDI, Pietro OMODEO, Floriano PAPI, Valerio POCAR, Emilio ROSINI, Sergio STAINO




1) Pullman da Bologna per "LIBERI DI NON CREDERE - primo meeting nazionale per un paese laico e civile" (19 settembre, Roma)

2) "Non credo": lo spot radiofonico UAAR in onda su Popolare Network è ora anche sul sito

3) Caro Papa, si sbaglia: ateismo e benessere vanno a braccetto. Lo dice anche l’Onu

4) Prossimi appuntamenti con il circolo UAAR di Bologna: Festa dell&apsUnità e VOLONTASSOCIATE 2009

5) Chiusure e aperture estive della sede





1) Pullman da Bologna per "LIBERI DI NON CREDERE - primo meeting nazionale per un paese laico e civile" (19 settembre, Roma)

Come annunciato nel notiziario dell&aps11 giugno 2009, l’UAAR indice per sabato 19 settembre, alle ore 15, nell’area antistante lo stadio Flaminio (Piazzale Ankara) a Roma:

     LIBERI DI NON CREDERE

     primo meeting nazionale per un paese laico e civile

Piattaforma ed obiettivi possono essere consultati all&apsindirizzo:

http://www.uaar.it/uaar/19-settembre



E&aps in corso di definizione il programma del meeting: a partire dalle ore 15 interverranno sul palco testimoni di piccole e grandi battaglie laiche; faranno poi seguito gli interventi di alcuni presidenti onorari UAAR (annunciata la presenza di Laura Balbo, Carlo Flamigni e Valerio Pocar) e i videointerventi di Margherita Hack e Piergiorgio Odifreddi.



Il circolo UAAR di Bologna organizza un pullman con rientro in giornata per facilitare la partecipazione di soci e simpatizzanti alla manifestazione.

Partenza alle ore 7,00 del 19 settembre in Via Corticella all&apsaltezza del civico 216 (vedi mappa), davanti al Bingo Living (ex discoteca), fermata "Marescalchi"  del bus notturno 62 (che da li parte alle 1,49 - 2,49 - 3,49 - 4,49 facendo in pratica il giro di Bologna e fermando anche alla stazione ferroviaria). Di giorno ci si arriva col bus 27B, fermata "Marescalchi" e col bus 27A, fermata "Moliere", retrocedere al semaforo e prendere Via Marescalchi.

Adiacente al punto di partenza c&apsè un parcheggio libero, cintato e alberato.

L&apsuscita della tangenziale più comoda è la 6 Castelmaggiore, direzione Castelmaggiore. Ma è vicina anche l&apsuscita 5, Lame.

Previste 5-6 ore di viaggio per arrivare a Roma. Ripartenza da Roma alle ore 20,00, con ritorno al punto di partenza (via Corticella 216) verso le ore 1,00 - 2,00.

La quota individuale richiesta è di 40,00€ e copre le spese del viaggio (pasti esclusi).

Nel caso non si raggiungano sufficienti adesioni entro il 09/09/09 il viaggio sarà annullato e la quota restituita per intero.

Per adesione si intende il pagamento del biglietto: la rinuncia non comporta la restituzione della quota versata.

Per le adesioni, contattare Paolo ( ennepenne@tin.it  , tel 051.703.524 ) o passare dalla sede negli orari di apertura (vedi successiva notizia 5)



L’UAAR sta altresì progettando l’organizzazione di un concerto gratuito per la serata del 19 settembre a Roma; l’indomani, XX Settembre, avrà invece luogo la deposizione di una corona presso la breccia di Porta Pia. Chi fosse interessato a una sistemazione alberghiera per la notte tra il 19 e il 20 settembre può scrivere a organizzazione@uaar.it





2) "Non credo": lo spot radiofonico UAAR in onda su Popolare Network è ora online

Non credo e sono libero di non credere: è lo spot radiofonico con cui atei e agnostici italiani si sono presentati agli ascoltatori delle reti del circuito di Radio Popolare dal 6 al 17 luglio

E&aps finita così la saga degli ateobus, gli autobus che avrebbero dovuto circolare in città con il famoso slogan: “La cattiva notizia è che Dio non esiste, quella buona è che non ne hai bisogno”.

Lo stop all’ateobus e le successive censure alle iniziative analoghe hanno infatti spinto numerosi cittadini italiani a versare un contributo per la campagna Uaar, per un totale di circa 32.000 euro: non potendo investire questi soldi nei manifesti per i mezzi pubblici, l’Uaar ci ha comprato gli spazi pubblicitari sui giornali e poi gli spot radiofonici.

«La campagna per la visibilità di chi non crede si conclude con due notizie, una buona e una cattiva. – spiega Raffaele Càrcano, segretario nazionale dell’Uaar – Quella cattiva è la conferma del fatto che atei e agnostici nel nostro paese sono ancora discriminati, tanto da non permettere loro di comprare, regolarmente, uno spazio pubblicitario. Quella buona è che la battaglia per il riconoscimento dei loro diritti è condivisa da tantissimi cittadini. Con questi spot speriamo di raggiungere loro, e di coinvolgerne altri».

Lo spot può essere ascoltato (ma, per ragioni contrattuali, non scaricabile) sul sito UAAR.





3) Caro Papa, si sbaglia: ateismo e benessere vanno a braccetto. Lo dice anche l’Onu

(dalle Ultimissime UAAR del 7/7/2009)

Non parla solo di lavoro, il Papa, nella sua ultima enciclica. Spara a zero anche verso l’ateismo, definito ateismo dell’indifferenza, che sarebbe, secondo Benedetto XVI, “uno tra i maggiori ostacoli allo sviluppo”. Perché lo sviluppo, si legge nell’enciclica Caritas in veritate, “ha bisogno di cristiani con le braccia alzate verso Dio nel gesto della preghiera”. Ma ci permetta di dissentire, il Santo Padre: l’ateismo è anzi diffuso nei paesi più sviluppati. E non lo dice solo l’Uaar.

«Le nazioni ai primi posti dell’Indice di sviluppo umano – spiega Raffaele Càrcano, segretario nazionale dell’Uaar – contano il maggior numero di atei e agnostici, mentre i paesi che si collocano agli ultimi posti sono spesso caratterizzati da alti indici di religiosità e dalla quasi totale assenza di increduli. Lo dicono tutti i dati empirici raccolti da autorità indipendenti, Onu in testa». Come dire che ateismo, benessere e ricchezza vanno di pari passo. Anche se nessun ateo si mette a dirlo in giro o pontifica sui perché.

L’Indice di sviluppo umano dei paesi del mondo può essere consultato qui: http://hdr.undp.org/en/statistics/





4) Prossimi appuntamenti con il circolo UAAR di Bologna: Festa dell&apsUnità e VOLONTASSOCIATE 2009

Anche quest&apsanno il circolo UAAR di Bologna sarà presente nello spazio riservato alle associazioni della Festa dell&apsUnità provinciale, dal 28 agosto al 21 settembre.

E anche quest&apsanno sarà presente a VOLONTASSOCIATE, festa dell&apsassociazionismo e del volontariato della provincia di Bologna, che si terrà il 20 settembre ai Giardini Margherita.

Maggiori informazioni sul prossimo notiziario o sul nostro www.uaar.it/bologna.

Si invitano i soci che volessero partecipare all&apsorganizzazione dei tavoli informativi del circolo UAAR di Bologna a scrivere a bologna@uaar.it , a passare in sede negli orari di apertura (vedi prossima notizia) o a telefonare al nr. 051.703.524 (Paolo).





5) Chiusure e aperture estive della sede

Sabato 25 luglio 2009 la nostra sede (via Don Minzoni 18, presso il "Cassero") rimarrà chiusa.

Sarà invece aperta in agosto (salvo sabato 15, Ferragosto), per accettare le prenotazioni per il pullman per Roma del 19 settembre, per raccogliere adesioni per i nostri tavoli informativi, per la consultazione del nostro materiale o semplicemente per dare modo di presentarci a chi volesse conoscerci meglio.




Ogni sabato mattina, dalle 10 alle 12, esclusi festivi e prefestivi, il circolo UAAR di Bologna riceve soci, simpatizzanti e cittadini che vogliano conoscere la nostra associazione e le nostre attività, esporre problemi di laicità violata, fare quattro chiacchiere sui nostri temi associativi, consultare il materiale a disposizione (riviste, libri, volantini, DVD…).

Ci trovate in via Don Minzoni 18, all&apsinterno della Salara, storico edificio nato nei pressi del porto fluviale di Bologna per conservare il sale che giungeva dal mare attraverso il canale Navile. La Salara è sede di ArciGay e ArciLesbica nazionali. E&aps gestita dal circolo gay Il Cassero, che ringraziamo per l&apsospitalità.

Per arrivare consultare la mappa http://www.cassero.it/map/

Negli orari di apertura, rispondiamo telefonicamente al numero: 051 555661



Se non vuoi piu&aps ricevere questo notiziario, rispondi a questa mail indicandocelo.

Puoi liberamente inoltrarlo a chi ritieni possa essere interessato, che per riceverlo regolarmente dovrà farne richiesta a bologna@uaar.it





Circolo UAAR di Bologna

www.uaar.it/bologna   bologna@uaar.it

   

I commenti sono chiusi.