Archivio

Archivio per la categoria ‘newsletter’

Comunicazioni UAAR

13 marzo 2012
Comments Off

1. Premio di laurea 2012
Quella di quest’anno sarà la sesta edizione del Premio di laurea UAAR, consistente come di consueto di tre distinti premi da 500 € ciascuno assegnati ad elaborati finali, che concorrono in altrettante categorie, coerenti con gli scopi sociali dell’UAAR. Gli interessati sono invitati a consultare sul sito dell’associazione il relativo regolamento e a scaricare la domanda di partecipazione.

2. Tour del commiato
Dalla collaborazione tra la nostra associazione e la rivista Argo è nata un’iniziativa volta a promuovere la conoscenza e la frequentazione delle sale del commiato per i funerali laici, organizzando allo scopo un ciclo di incontri pubblici da tenersi proprio in queste strutture. Il primo di questi incontri si è tenuto ad Ancona, e a partire da quell’evento è nata l’idea del tour che ha già toccato Milano il 3 e 4 marzo scorsi, e che il 24 approderà a Bologna. Maggiori info in questa ultimissima UAAR.

3. La chiesa pagherà… anzi no!
Dopo l’annuncio di quasi un mese fa del governo, in cui si confermavano le voci sulla soppressione dell’esenzione ICI per gli immobili ecclesiastici, il 24 febbraio arrivava finalmente l’emendamento al decreto liberalizzazioni. Sembrava cosa fatta, l’ICI graverà su tutti gli immobili in cui si esercita attività commerciale, i proventi serviranno per alleggerire la pressione fiscale, ma… arrivano naturalmente i malumori da parte clericale, e compaiono le prime precisazioni che spiegano che in realtà a pagare saranno solo le strutture che non producono utili. Tradotto significa che rimarrà tutto pressoché immutato, visto che non ci vuole poi molto a redigere un bilancio che risulti in pareggio. Così il governo incassa infine pure il plauso dei cattolici; non resta che attendere per vedere quale sarà l’interpretazione della commissione europea quando dovrà decidere sulla procedura d’infrazione avviata contro il nostro paese.

4. Nuovi video UAAR
Due nuovi video sono stati caricati sul canale UAAR presente sulla piattaforma Vimeo. Il primo riguarda la presentazione del libro di Telmo Pievani “La vita inaspettata. Il fascino di un’evoluzione che non ci aveva previsto”, introdotta dal segretario UAAR Raffaele Carcano, in cui lo stesso autore discute con Federica Turriziani Colonna, redattrice della rivista L’Ateo. Anche il secondo riguarda la presentazione di un libro, e precisamente dell’ultima fatica di Raffaele Carcano “Liberi di non credere”, un’opera legata a doppio filo con l’UAAR perché parla proprio dell’associazione stessa e perché il suo autore ne è appunto il segretario.

5. Il pensiero rimane
Il prossimo 24 marzo ricorrerà il decimo anniversario dalla scomparsa di Martino Rizzotti, primo segretario dell’UAAR. In suo ricordo si terrà, presso l’aula magna del Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova, una conferenza cui parteciperanno i docenti universitari Giovanni Boniolo e Rodolfo Costa, e i successori di Rizzotti alla guida dell’UAAR Giorgio Villella e Raffaele Carcano. La conferenza prende il titolo da un libro scritto da Rizzotti.

newsletter, notizie

Notiziario 126

27 febbraio 2012
Comments Off

Notiziario del circolo UAAR di Bologna
n.126, 27 febbraio 2012

1) Biotestamento: istruzioni per l’uso (1 marzo)
2) Nostalgia dell’Inquisizione nella giornata di Giordano Bruno
3) Documentario svizzero su attivisti UAAR
4) Premio di laurea UAAR 2012
5) Cala la frequenza all’ora di religione cattolica

1) Biotestamento: istruzioni per l’uso (1 marzo)
Il circolo UAAR di Bologna, tra i fondatori di Rete Laica, promuove e partecipa alla seguente iniziativa.
A che punto è in Italia il dibattito sul fine vita e sul testamento biologico? E’ svanito il pericolo che sia approvato in Parlamento il liberticida decreto Calabrò? Cosa deve fare a Bologna un cittadino per sottoscrivere, ratificare e ufficializzare le proprie scelte? Quali scelte sono state operate da altri comuni che hanno approvato il registro dei testamenti biologici?
Per discuterne, Rete Laica Bologna – promotrice già nell’ottobre 2009 di una proposta di delibera di iniziativa popolare per l’istituzione di un registro dei testamenti biologici presso il comune felsineo – ha organizzato un incontro aperto al pubblico, dal titolo Testamento biologico. Istruzioni per l’uso. Il punto della situazione in Italia e a Bologna.
L’appuntamento è per giovedì 1 marzo, a partire dalle 20,30, a Bologna presso La Scuderia di Piazza Verdi 2, con la partecipazione di:
Maria Laura Cattinari, presidente nazionale di LiberaUscita – Associazione per il diritto a morire con dignità;
Donata Lenzi, deputata del Partito democratico presso la Camera dei deputati;
Sergio Lo Giudice, capogruppo del Partito democratico al Comune di Bologna;
Enzo Raisi, deputato di Futuro e libertà per l’Italia presso la Camera dei deputati.
Modera Stefano Rosanelli (Rete laica Bologna).

2) Nostalgia dell’Inquisizione nella giornata di Giordano Bruno
Comunicato stampa del circolo UAAR di Bologna, 17 febbraio 2012
Il Circolo UAAR di Bologna si schiera dalla parte della libertà di espressione e commenta le parole del card. Caffarra contro spettacoli teatrali privi del benestare della CEI
Al teatro Testoni di Casalecchio di Reno è in scena questo fine settimana [del 17/2/2012, ndr] lo spettacolo Sul  concetto di volto nel figlio di Dio, di Romeo Castellucci e della Compagnia Societas Raffaello Sanzio. Il card. Caffarra ha lanciato una ’scomunica’ contro quella che definisce una «rappresentazione teatrale obiettivamente blasfema nei confronti di Gesù e del suo Volto Santo».
Per una macabra coincidenza, la nostalgia dell’Inquisizione che traspare dalle parole del cardinale trova spazio nella giornata di oggi, 17 febbraio, quando 412 anni fa i suoi predecessori misero al rogo Giordano Bruno, la cui sola colpa era di non pensarla come le gerarchie ecclesiastiche.
Se da un lato la Curia ha perso una occasione per tacere, dall’altro c’è da chiedersi se sappia di cosa parli: alcuni nostri soci hanno già visto lo spettacolo di Castellucci trovandolo obiettivamente intriso di troppa religiosità, ma nessuno di essi si è sognato di censurarlo.
Il circolo di Bologna si schiera dalla parte della libertà di espressione, invitando chi pensa di non gradire un determinato spettacolo a non comprare semplicemente il biglietto.
D’altra parte vogliamo esprimere la nostra solidarietà al regista Romeo Castellucci, alla compagnia Societas Raffaello Sanzio e alla direzione del teatro per i violenti attacchi integralisti subiti.
Solo un mese fa il Comune di Casalecchio di Reno ha patrocinato l’ennesima conferenza sui discorsi del papa organizzata da parrocchie e circoli cattolici, che pur avendo edifici di proprietà pagati con soldi pubblici chiedono ospitalità alla Casa della Conoscenza.
Il circolo UAAR di Bologna, ringraziando il Comune di Casalecchio di Reno, invita tutti giovedì 23 febbraio, ore 18:30, alla Casa della Conoscenza per il Darwin Day, una giornata per la scienza.

3) Documentario svizzero su attivisti UAAR
Si intitola Per l’amor di Dio il nuovo documentario realizzato dallo svizzero Vito Robbiani, e che vede come protagonisti due attivisti Uaar: la tesoriera Isabella Cazzoli e il socio bolognese Fernando Santagata, mostrando all’opera anche tanti altri militanti dell’associazione, nonché la presidente onoraria Margherita Hack. Il film è stato presentato il 15 febbraio scorso in anteprima, a cura dell’associazione dei liberi pensatori della Svizzera italiana, al cinema Lux di Massagno (che per ironia della sorte apparteneva un tempo alla parrocchia), alla presenza di Isabella Cazzoli e di Silvano Vergoli, responsabile della comunicazione esterna Uaar. La sala, scrive Ticino Libero, era “piena in ogni ordine di posto”.
Vedi il trailer del documentario

4) Premio di laurea UAAR 2012
Anche quest’anno l’UAAR assegnerà un premio di laurea a studenti ritenuti meritevoli. Regolamento e domanda per partecipare alla sesta edizione del premio sono scaricabili dalla pagina dedicata al Premio di laurea UAAR, dove è pure possibile consultare le tesi vincitrici negli anni precedenti.

5) Cala la frequenza all’ora di religione cattolica
Per la prima volta, secondo fonti di provenienza cattolica, la percentuale di chi non frequenta l’ora di religione ha superato il 10%, per un totale di quasi ottocentomila studenti. La notizia è stata data da Salvo Intravaia su Repubblica, che ha anticipato i dati contenuti nell’annuario realizzato dall’Osservatorio Socio-Religioso del Triveneto, un organismo della Conferenza Episcopale Italiana. Secondo quanto riporta Repubblica, si confermerebbe il dato che i non avvalentesi si concentrano nel Centronord e alle scuole superiori.
Alquanto incongruemente, sottolinea il giornalista, alla diminuzione degli studenti ha però corrisposto un aumento dei docenti di religione in ruolo. L’Uaar, che qualche anno fa ha lanciato il Progetto ora alternativa, ricorda che gli insegnanti di religione sono scelti dai vescovi ma pagati dai contribuenti, compresi quindi i cittadini atei e agnostici.
Segnaliamo inoltre il commento di Piergiorgio Odifreddi (presidente onorario UAAR) e la pagina facebook Ora di religione, ora basta (che sta per superare i 1000 “mi piace” in meno di un mese di vita).

newsletter

Notiziario 125

5 febbraio 2012
Comments Off

Notiziario del circolo UAAR di Bologna
n.125, 5 febbraio 2012

1) Lettera UAAR alle scuole dell’Emilia Romagna
2) “Ora di religione, ora basta”: condividi e diventa fan
3) Giovedì 9 febbraio: Darwin Day a Casalecchio di Reno
4) Giovedì 16 febbraio: presentazione di “C’e’ chi dice no”
5) La scienza in piazza: “Darwin, i dinosauri e l’evoluzione a tracce”

1) Lettera UAAR alle scuole dell’Emilia Romagna
Nei giorni scorsi il circolo UAAR di Bologna ha inviato una lettera a tutti gli istituti scolastici del’Emilia Romagna, per affontare il tema della scelta delle attività alternative alla religione cattolica per l’anno scolastico 2012/2013.
Entro il prossimo 20 febbraio genitori e studenti possono infatti sottrarsi ad un insegnamento «impartito in conformità alla dottrina della Chiesa» e da docenti scelti a insindacabile giudizio del vescovo: al posto di questo insegnamento dottrinale essi hanno il pieno diritto di avvalersi di attività didattiche e formative, oppure di studiare individualmente o con l’assistenza di un docente, oppure di non frequentare la scuola.
L’UAAR invita genitori e studenti a scegliere una scuola migliore, che sviluppi il pensiero critico e una cultura del rispetto, senza insegnamenti ideologici il cui posto è in parrocchia: è sufficiente scaricare il modello E optando per “scelta di non avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica”, scaricare il modello F scegliendo una tra le quattro possibilità alternative all’IRC e infine consegnare i modelli alla segreteria della scuola.
[Ulteriori informazioni sul blog di circolo e sulle Ultimissime UAAR]

2) “Ora di religione, ora basta”: condividi e diventa fan
Dopo la lettera Uaar a tutte le scuole, invitate a fornire una corretta informazione sull’ora alternativa, e la cavillosa risposta data dall’esperto dei vescovi italiani su Avvenire, volta a ribadire come l’ora di religione è “cosa loro”, l’UAAR ha lanciato una pagina Facebook dal nome Ora di religione, ora basta. Siete tutti invitati a cliccare su “mi piace” e a condividerla.

Ora di religione, ora basta
Ritira i moduli in segreteria (*) e dì basta all’ora di religione cattolica. Fallo assieme ai tuoi amici. Per stare meglio a scuola, per una scuola migliore.
(*) o stampali da solo: mod. E e mod. F

3) Giovedì 9 febbraio: Darwin Day a Casalecchio di Reno
Il Circolo UAAR di Bologna, con il patrocinio del Comune di Casalecchio di Reno, presenta:
Darwin Day, una giornata per la scienza
La Scienza ha sconfitto il vitalismo?
Le sette vite dello spirito vitale
Con Bruna Tadolini
Giovedì 9 febbraio 2012, ore 18:30
Piazza delle Culture - Casa della Conoscenza
via Porrettana 360, Casalecchio di Reno (BO)
Ingresso libero.

4) Giovedì 16 febbraio: presentazione di “C’e’ chi dice no”
Nell’ambito dei Darwin Day 2012, il circolo UAAR
di Bologna invita alla presentazione di:
C’è chi dice no. Dalla leva all’aborto. Come cambia l’obiezione di coscienza.
Discuteranno con l’autrice Chiara Lalli il presidente onorario UAAR Carlo Flamigni e l’on. Katia Zanotti (Rete Laica Bologna).
Giovedì 16 febbraio, ore 18,
La Feltrinelli, piazza Ravegnana 1
Ingresso libero

5) La scienza in piazza: “Darwin, i dinosauri e l’evoluzione a tracce”
Riceviamo da Giunti Editore e volentieri pubblichiamo:
Dal 2 al 12 febbraio 2012
Voltone del Podestà, Piazza Re Enzo, Spazio E.C.C. – START
Laboratori per bambini
DARWIN, i DINOSAURI e L’EVOLUZIONE A TRACCE.
Darwin, i dinosauri, la paleontologia, i fossili, le Galapagos, l’evoluzione e l’estinzione… Laboratorio ludo-didattico di promozione alla lettura.
A cura di Giunti Editore e Editoriale Scienza.
Il 12 febbraio di ogni anno ricorre il compleanno dello scienziato Darwin. Essendo poi nato nel 1809 nel 2009 ha compiuto la bellezze di 200 anni!!!
I mini-Darwin ci aiuteranno a capire qualcosa sull’evoluzione e sulle cause dell’estinzione di ieri e di oggi. I dinosauri non sono gli unici a essersi estinti… Ci divertiremo a capire tra fossili da portare a casa, giochi e vulcani. Gli argomenti trattati e le modalità cambiano secondo l’età del gruppo. Questo laboratorio ha partecipato al Salone Internazionale del Libro 2009. Attività: tracce dal passato, estinzione brutta storia, frutta perduta, cronodetective.
Durata: 60 minuti con un intero gruppo classe oppure max 20/25 ragazzi utenza libera. Classi consigliate: III-V scuola primaria
Età consigliate: 5-7; 6-10; 8-12 anni.
Prenotazione obbligatoria!
tel. 051.6489877 - fax: 051.389929
email lascienzainpiazza@golinellifondazione.org

newsletter

Notiziario 124

26 gennaio 2012
Comments Off

Notiziario del circolo UAAR di Bologna
n.124, 26 gennaio 2012

1) Lunedì 30 gennaio: assemblea annuale di circolo
2) Giovedì 9 febbraio: Darwin Day a Casalecchio di Reno
3) Venerdì 16 febbraio: “C’e’ chi dice no”, presso la Feltrinelli
4) Reggio Emilia: Laic Sine Ma - Rassegna Cinematografica e Cene Tematiche
5) Annata 2009 de L’Ateo disponibile online

1) Lunedì 30 gennaio: assemblea annuale di circolo
Lunedì 30 gennaio 2012, alle ore 21, presso il Centro Socio Culturale “la Villa di Meridiana”, via Isonzo 53, Casalecchio di Reno, assemblea annuale del circolo UAAR di Bologna, con il seguente ordine del giorno:
1) accreditamento ed eventuale rinnovo della tessera per il 2012.
2) bilancio cassa di circolo 2011
3) bilancio attività svolte nel 2011
4) approvazione regolamento per prerogative di coordinatore, cassiere, attivo di circolo
5) elezione coordinatore, cassiere, attivo di circolo
6) programmazione attività
7) varie ed eventuali
Hanno diritto al voto solo gli iscritti all’anno 2012.
Durante la serata sarà a disposizione il materiale del Circolo: calendari 2012 realizzati per l’UAAR da Sergio Staino, libri, numeri della rivista L’Ateo, magliette, spillette, volantini, ecc.
Ulteriori informazioni sul nostro blog.

2) Giovedì 9 febbraio: Darwin Day a Casalecchio di Reno
Il Circolo UAAR di Bologna, con il patrocinio del Comune di Casalecchio di Reno, presenta:
Darwin Day, una giornata per la scienza
La Scienza ha sconfitto il vitalismo?
Le sette vite dello spirito vitale
Malgrado la scienza abbia dimostrato cosa è la vita, come funziona e da dove viene, anche menti razionali che non credono più al vitalismo credono però in pratiche che hanno le loro radici nel vitalismo stesso.
Con Bruna Tadolini, prof. ordinario di Biochimica, Univ. Sassari
Giovedì 9 febbraio 2012, ore 18:30
Piazza delle Culture - Casa della Conoscenza
via Porrettana 360, Casalecchio di Reno (BO)
Ingresso libero.

3) Venerdì 16 febbraio: “C’e’ chi dice no”, presso la Feltrinelli
Dopo la presentazione di “Liberi di non credere”, con l’autore e segretario UAAR Raffaele Carcano, continua la collaborazione con la Feltrinelli di piazza Ravegnana: il prossimo 16 febbraio, alle ore 18, il circolo UAAR di Bologna invita alla presentazione di “C’è chi dice no. Dalla leva all’aborto. Come cambia l’obiezione di coscienza”.
Discuteranno con l’autrice Chiara Lalli il presidente onorario UAAR Carlo Flamigni e l’on. Katia Zanotti.
Maggiori informazioni sul prossimo notiziario e, nei prossimi giorni, sul nostro blog di circolo.

4) Reggio Emilia: Laic Sine Ma - Rassegna Cinematografica e Cene Tematiche
A Reggio Emilia, dopo le strepitoso successo dell’edizione dello scorso anno, arriva la seconda edizione della rassegna cinematografica di cinema laico “Laic Sine Ma”, accompagnata da raffinate e gustose cene tematiche.
La rassegna è organizzata dal Circolo UAAR di Reggio Emilia in collaborazione con i giovani del PD del Circolo Cittadino Bella Ciao presso il Circolo ARCI Gardenia. La ristorazione è a cura delll’Osteria da Bortolino di Viadana.
Durante la cena, in clima conviviale, verranno presentati i film e le questioni inerenti in materia di laicità, nonché l’UAAR e le sue iniziative.
Tutte le visioni sono gratuite mentre la cena è disponibile su prenotazione al costo di 15 euro. Per informazioni e prenotazioni: reggioemilia@uaar.it 328/1822618.
Tutti i giovedì alle ore 19.30, dal 16 febbraio fino al 19 aprile 2012.
Per maggiori informazioni e per la programmazione dei film e delle cene:
http://www.facebook.com/events/309885439047887/

5) Annata 2009 de L’Ateo disponibile online
L’annata 2009 della rivista L’Ateo, il bimestrale dell’UAAR, è ora disponibile gratuitamente in pdf nella sezione archivio del nostro sito nazionale.

newsletter

Notiziario 123

14 gennaio 2012
Comments Off

Notiziario del circolo UAAR di Bologna
n.123, 14 gennaio 2012

1) Liberi di non credere”: il 17 gennaio, da Feltrinelli
2) Incontro con il segretario UAAR: 17 gennaio, riservato ai soci
3) Su Repubblica la replica UAAR ai moniti del card. Caffarra
4) San Lazzaro di Savena: più di un milione di euro per l’edilizia di culto
5) Testamento biologico: l’UAAR su RadioUno RAI
6) Un regalo dall’UAAR: “Quasi quasi mi sbattezzo” di Lise e Talami
7) Garagnani (Pdl): “scuole laiciste snobbano il Natale”

1) Liberi di non credere”: il 17 gennaio, da Feltrinelli

Martedì 17 gennaio alle 18,00, nella Libreria Feltrinelli di P. Ravegnana, sotto le Due Torri, Raffaele Carcano presenta il suo ultimo libro “Liberi di non credere”.
Gli atei e gli agnostici esistono e resistono, anzi crescono. Soprattutto tra i giovani. Si caratterizzano per una maggiore apertura mentale e tolleranza verso la diversità.
Con Liberi di non credere (Editori Riuniti) Raffaele Carcano, segretario nazionale Uaar, mostra come i dati parlino chiaro: “anziché portare le società alla rovina, atei e agnostici ne rappresentano la parte più dinamica” e “con il loro aumento numerico non viene meno nemmeno la solidarietà, né si lacera il tessuto sociale, anzi”.
L’autore ne parla con Roberto Grendene, responsabile nazionale UAAR per campagne ed eventi.
Promuovi l’evento su facebook - Leggi la recensione dal sito UAAR
Lancio del libro sul sito di Editori Riuniti

2) Incontro con il segretario UAAR: 17 gennaio, riservato ai soci
Martedì 17 gennaio, dopo la presentazione di “Liberi di non credere”, ci trasferiremo alla saletta del primo piano del Caffè La Linea, in piazza Re Enzo 1/4.
Dalle ore 21 circa, socie e soci UAAR potranno confrontarsi con il segretario nazionale Raffaele Carcano, per domande sull’associazione e le sue prospettive, per avanzare richieste, critiche, proposte.

3) Su Repubblica la replica UAAR ai moniti del card. Caffarra
Una volta tanto il commento all’ennesima omelia politica di un cardinale non è stato affidato a qualche politico baciapile.
È accaduto lo scorso 31 dicembre, quando Repubblica ha pubblicato la replica del Circolo UAAR di Bologna all’omelia del card. Caffarra, durante la quale il porporato aveva lanciato un monito contro una “civiltà che si è ammalata mortalmente”, dandone la colpa alla possibilità di abortire, a quella di decidere sul proprio fine vita, a quella di avere medici che tengono in considerazione la volontà del paziente.
Nell’articolo Roberto Grendene, portavoce del circolo UAAR di Bologna, chiarisce che “Il cardinale, naturalmente, è libero di fare queste prediche, l’importante è che le istituzioni non vengano influenzate dalle gerarchie ecclesiastiche”. “Non è Caffarra a scegliere e decidere per la vita degli altri, tanto meno le gerarchie ecclesiastiche”, ha aggiunto. Ma “sta allo Stato e alle istituzioni non farsi influenzare da questi moniti”. Anche perché “le idee della Chiesa sono spesso molto in dissonanza con quelle dei fedeli”, come dimostrano le battaglie laiche su divorzio e aborto. Pure oggi, sull’eutanasia “la maggioranza degli italiani è favorevole alla libertà di scelta”.
“Il problema, in Italia, è che i partiti politici pensano troppo al giovamento che si può trarre dalla vicinanza con il Vaticano”, conclude il rappresentante UAAR, “senza tenere in considerazione che gran parte dell’elettorato cattolico sarebbe molto più felice se si promuovessero delle politiche laiche, a favore di tutti i cittadini e non solo di una parte”.

4) San Lazzaro di Savena: più di un milione di euro per l’edilizia di culto
Continuano le indagini sui finanziamenti all’edilizia di culto da parte del nostro circolo.
Stavolta abbiamo effettuato l’accesso agli atti al Comune di San Lazzaro di Savena.
In base ai dati raccolti è emerso che, dal 1997 al 2010, dalle casse comunali sono usciti 1.043.403,80 euro, consegnati a don Domenico Nucci in quanto “incaricato a rappresentare gli Enti Religiosi operanti nel Comune di San Lazzaro di Savena, in virtù di comunicazione dell’Ordinario Diocesano prot. n. 3176 del 23 marzo 1979″.
Una fetta di questa torta milionaria don Nucci l’ha consegnata ai Testimoni di Geova, fetta che secondo i nostri calcoli vale 169.308,88 euro (per gli anni 1998, 2009, 2010 abbiamo ipotizzato una ripartizione del 18%, come documentato per tutti gli anni dal 1999 al 2008).
Ricordiamo che è sufficiente una semplice delibera del Consiglio Comunale per azzerare gli arcaici contributi comunali all’edilizia di culto, scelta che permetterebbe di utilizzare tali somme per edilizia scolastica, verde pubblico, parcheggi, impianti sportivi e altre opere di tutti e per tutti.
Sul sito del Comune di San Lazzaro di Savena sono visionabili le delibere di finanziamento dell’edilizia di culto a partire dall’anno di competenza 2005.
Maggiori informazioni sugli oneri di urbanizzazione secondaria per edilizia di culto sono disponibili alla pagina della Campagna oneri UAAR.

5) Testamento biologico: l’UAAR su RadioUno RAI
Il 23 dicembre scorso, nel corso del programma 10 minuti di…, è andata in onda su RadioUno Rai una trasmissione dedicata al testamento biologico, gestita dall’UAAR. La puntata, ascoltabile sul sito del circolo Uaar di Padova
è stata interamente autoprodotta dall’associazione e la circostanza ha rappresentato una ‘prima’ assoluta per la trasmissione.

6) Un regalo dall’UAAR: “Quasi quasi mi sbattezzo” di Lise e Talami
A disposizione sul sito UAAR, per gentile concessione degli autori Alessandro Lise e Alberto Talami e dell’editore, il libro a fumetti Quasi quasi mi sbattezzo

7) Garagnani (Pdl): “scuole laiciste snobbano il Natale”
[Ultimissima del 7 gennaio 2012]
Il deputato Pdl Fabio Garagnani, ha deciso di stendere una relazione in cui denuncia la laicizzazione degli istituti scolastici di Bologna proprio nel periodo natalizio, scrive Il Fatto Quotidiano.
“La festa religiosa è stata ricordata a fatica”, lamenta il politico, “ed è prevalsa una mentalità laicista in cui muovono residui del ‘68 condizionati da una visione ideologica della società”. In diverse scuole elementari non verrebbe celebrato a dovere il Natale, perché “si va dall’indifferenza totale ad una certa ostilità”. In sintesi, “a Bologna prevale una falsa concezione laica che tende a uniformare tutte le religioni penalizzando, nei fatti, quella cristiana”.
“Non si chiede che la scuola diventi confessionale o di Stato, ma che sia radicata alla sua storia identitaria, alla storia d’Italia e alla sua cultura tradizionale che è quella cristiana”, assicura, “questo però non ha niente a che fare con l’integralismo ma con l’identità”.
Nonostante le rassicurazioni e i distinguo sulla “laicità” (concetto distorto negli anni da professionisti del genere), il deputato è noto per le posizioni apertamente clericali. Dalla strenua difesa di una insegnante di religione sospesa per aver spaventato i bambini con l’Apocalisse, alla lotta per l’affermazione delle radici cristiane nella scuola in qualità di membro della Commissione Cultura della Camera. Si segnala inoltre come ideatore del libretto propagandistico che nel 2006 Forza Italia inviò ai parroci, in cui si elencavano i privilegi concessi alla Chiesa e le posizioni cattoliche del governo Berlusconi. Ma anche per lo zelo nel voler punire chi “offende” la Madonna e i crocifissi.

newsletter