Archivio

Posts Tagged ‘testamento biologico’

#Biotestamento @ via Indipendenza | sab 13 mag

11 maggio 2017

Circolo Uaar di Bologna e Associazione Luca Coscioni si sono di nuovo mobilitati per la tappa bolognese dell’iniziativa:

tavolo biotestamentoMetà di Maggio per il #Biotestamento
sabato 13 maggio 2017, dalle 14:30 alle 18:30
via Indipendenza
altezza civico 20 [mappa]

Dopo 15 mesi di discussione, la Camera ha approvato la legge sul testamento biologico in prima lettura: 326 favorevoli, 37 contrari e 4 astenuti.
Festeggiamo questo primo passo, ma non abbassiamo la guardia!

I clericali cercheranno infatti di allungare i tempi, per arrivare alla fine della legislatura e far saltare tutto. Noi chiediamo l’approvazione del disegno di legge approvato alla Camera il 20 aprile 2017 e trasmesso al Senato, senza ulteriori rinvii!

Al tavolo informativo sarà presente un notaio per autenticare i testamenti biologici a tariffa convenzionata.

Venerdì 12, alle ore 15.30 al Bar Linea in Piazza Re Enzo, Marco Perduca (giunta dell’Associazione Luca Coscioni), il radicale bolognese Arcangelo Macedonio e Roberto Grendene del circolo UAAR di Bologna incontreranno la stampa per presentare la mobilitazione nazionale a favore di una buona legge sul testamento biologico.

banchetti, conferenza stampa, manifestazioni ,

Biotestamento in piazza @ via Indipendenza | sab 8 apr

6 aprile 2017

#BiotestamentoInPiazza a Bologna, sabato 8 aprile 2017Circolo Uaar di Bologna e Associazione Luca Coscioni organizzano la tappa bolognese dell’iniziativa di mobilitazione:

#Biotestamento in piazza
sabato 8 aprile 2017, dalle 10 alle 16
via Indipendenza

altezza civico 20 [mappa]

per mantenere alta l’attenzione sulla legge sul Testamento Biologico in discussione alla Camera, in modo che venga conservato il suo buon impianto e venga approvata senza ulteriori rinvii.

Al tavolo informativo saranno presenti notai per assistenza nella compilazione ed eventualmente per autenticare i testamenti biologici e medici che spiegheranno le ragioni del proprio “sì”.

Sempre nella giornata di sabato 8 aprile anche la delegazione Uaar di Imola e Castel San Pietro organizza un tavolo informativo #Biotestamento in piazza. L’appuntamento in questo caso è in piazza Matteotti angolo Bar Bacchilega, dalle 9 alle 12

Evento facebook nazionale: #Biotestamento in piazza


banchetti, manifestazioni ,

Via Crucis fuori stagione @ Libreria Ubik Irnerio | 17 giu

8 giugno 2016

Il Circolo Uaar di Bologna e la Libreria Ubik Irnerio invitano alla presentazione del libro

VIA CRUCIS FUORI STAGIONE - Ho chiesto di realizzare un sogno in Sierra Leone Africa… ma un Dio distratto ha capito sclerosi laterale amiotofica
di Massimo “Max” Fanelli
Venerdì 17 giugno, ore 18 - Libreria Ubik Irnerio, via Irnerio 27, Bologna

via crucis fuori stagioneSaranno presenti:
Carlo Troilo, giornalista, ass. LucaCoscioni
Angela Attianese, medico, Rete Laica Bologna
Roberto Grendene, resp. campagne Uaar

…se credi fermamente negli ideali di giustizia e libertà, puoi continuare a lottare per essi, a difendere la tua dignità di uomo anche se sei aggredito da una patologia disumana, come la SLA
Max Fanelli

Le riflessioni di Max Fanelli su libertà e autoderminazione ci daranno lo spunto per affrontare anche il tema del loro esercizio: dalla battaglia per il registro bolognese dei testamenti biologici, al ruolo delle regioni, alla legge di iniziativa popolare #EutanasiaLegale in discussione in Parlamento.

Un evento Pride Libera Tutt*
Condividi su facebook

Sarà proiettato il cortometraggio “Un occhio sul mondo” di Luca Pagliari
Aperitivo offerto da Libreria Ubik Irnerio

cultura, presentazioni , ,

Elezioni regionali 2014: risposte dei candidati alle quattro domande laiche

7 novembre 2014

Elezioni regionali 2014: quattro domande laiche ai candidati

4 novembre 2014

elezioni_regionali 2014, 4 domande laicheDomenica 23 novembre 2014 saranno eletti il nuovo presidente e la nuova assemblea legislativa della regione Emilia Romagna.
L’Uaar invita candidati e candidate a rispondere alle seguenti quattro domande laiche, tutte su temi concreti e di competenza regionale.
Le risposte, da inviare a bologna@uaar.it, saranno pubblicate nei nostri canali informativi affiché gli elettori possano scegliere in maniera più consapevole.

1) Testamento Biologico: le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento nel Fascicolo sanitario elettronico
La nuova tessera sanitaria-carta regionale dei servizi permette ai cittadini della nostra regione di accedere al fascicolo sanitario elettronico.
Come recentemente deliberato dalla regione Toscana, sosterrà l’inserimento nel fascicolo sanitario elettronico delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento?

2) Assistenza religiosa non più a carico delle AUSL
Grazie alle inchieste dell’Uaar, nello scorso mese di gennaio nella nostra regione è venuto a galla lo scandalo degli stipendi dei “preti in corsia” a carico delle AUSL: ogni anno le convenzioni stipulate dalle AUSL con le Curie pesano per oltre 2,2 milioni di euro sulle casse del Servizio Sanitario Regionale. Milioni di euro che sarebbero molto utili a un sistema sanitario sempre più in difficoltà.
Si adopererà affinché l’assistenza religiosa non sia più a carico delle AUSL?

3) Tutelare la salute e l’autodeterminazione delle donne
L’obiezione di coscienza in materia di interruzione volontaria di gravidanza doveva essere una temporanea tutela per chi aveva intrapreso la carriera di medico ginecologo prima della legalizzazione dell’aborto. A 36 anni di distanza l’obiezione selvaggia lede la salute e l’autodeterminazione delle donne.
Si impegnerà per garantire interventi informativi sulla contraccezione nelle scuole, accesso senza ostacoli alla contraccezione post-coitale (pillola del giorno dopo) e all’aborto farmacologico (RU-486), e per avere almeno il 50% di ginecologi non obiettori nei nostri ospedali?

4) Fine dei finanziamenti pubblici dell’edilizia di culto
La Regione Emilia Romagna, con Delibera di Consiglio 849/1998, fissò al 7% la quota indicativa di oneri di urbanizzazione secondaria da destinare all’edilizia di culto.
Le amministrazioni comunali, per disinformazione o per clericalismo, ritengono erroneamente che sia un balzello dovuto per legge, quando invece la stessa delibera regionale prevede che i comuni possano variare le percentuali indicate.
Si impegna modificare la normativa regionale eliminando l’edilizia di culto dalle destinazioni degli oneri di urbanizzazione secondaria?

comunicati, enti locali , , , ,

UAAR a TanExplora, 23 marzo, Palazzo Re Enzo

17 marzo 2012
Comments Off

A Palazzo Re Enzo, da 23 al 25 marzo, si svolgerà TanExplora: convegni, incontri, mostre, proiezioni e performance dedicate al mondo del lutto e rivolte ai cittadini, in contemporanea con l’esposizione internazionale di arte funeraria e cimiteriale TanExpo.

L’UAAR sarà presente nella giornata di apertura, al seguente dibattito in cui si parlerà di funerali civili e testamento biologico, di autodeterminazione e dignità nei momenti in cui la vita volge al termine.

Venerdì 23 marzo 2012, ore 15, Sala Atti di Palazzo Re Enzo, Bologna
Proiezione del cortometraggio Sia fatta la mia volontà
a cura di Schegge di Cotone, co-prodotto da FIC - Federazione Italiana per la Cremazione
a seguire, intervengono:
Guido Peagno, Presidente FIC - Federazione Italiana per la Cremazione
Roberto Grendene, Uaar - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti

[programma di TanExplora]

dibattiti, notizie , ,

Testamento biologico: parte il registro a Casalecchio di Reno

31 agosto 2011
Comments Off

A partire da domani, 1 settembre 2011, il Comune di Casalecchio di Reno mette a disposizione dei propri cittadini la possibilità di registrare la propria volontà anticipata per i trattamenti sanitari (il cosiddetto ‘testamento biologico’).

Questo servizio laico per l’autodeterminazione dei cittadini nasce a seguito di un ordine del giorno del consigliere Andrea Graffi, già socio UAAR, sottoscritto da PD, IDV e VERDI, alla presentazione del quale hanno contribuito le rivendicazioni del Circolo UAAR di Bologna [vedi campagna UAAR Liberi di scegliere].

Sul sito del Comune di Casalecchio di Reno sono disponibili informazioni dettagliate e la modulistica necessaria per la registrazione della propria DAT. Vi si può leggere inoltre che il servizio attribuisce “certezza giuridica alla provenienza del documento, la data certa, i dati identificativi della persona e del suo fiduciario”: una chiara presa di posizione a favore dei diritti sanciti dall’art. 32 della Costituzione e di opposizione all’accanimento con cui il Governo e le gerarchie ecclesiastiche stanno ostacolando queste iniziative.

enti locali ,

“Prima che sia troppo tardi” - spot uaar sul testamento biologico

29 giugno 2011
Comments Off

È stata rimandata ancora una volta la discussione parlamentare sul ddl Calabrò, il progetto che intende negare valore ai testamenti biologici e che è sostenuto dalla maggioranza e da parte dell’opposizione.
L’UAAR valuta positivamente la circostanza, ma continua a impegnarsi per sensibilizzare la popolazione sui rischi di una sua eventuale approvazione. E per questo motivo ha deciso di realizzare un video, della durata di poco più di un minuto, in cui spiega a cosa si potrebbe andare incontro se diventasse legge. “Prima che sia troppo tardi” si conclude con un invito a sensibilizzare i gruppi parlamentari a dire “no” alla legge Calabrò.
Per vedere il video:

- http://vimeo.com/uaar/primachesiatroppotardi
- http://youtu.be/hmpFjrFfsJQ

Per maggiori informazioni sulla campagna UAAR “Liberi di scegliere”:
- http://www.uaar.it/liberi-di-scegliere

Comunicato stampa UAAR

comunicati ,

Mercoledì 18 maggio, manifestazione: sulla mia vita scelgo io

16 maggio 2011

Sulla mia vita scelgo io - 18/5/2011Il ddl Calabrò approvato al Senato ha recepito gli orientamenti della CEI sul testamento biologico: con il passaggio alla Camera programmato per mercoledì 18 maggio c’è il serio rischio che sia emanata una legge che limita il diritto all’autodeterminazione.
Il Coordinamento Laico Nazionale, di cui  l’UAAR è parte attiva, promuove manifestazioni in tutte le città d’Italia per fermare questa legge liberticida, clericale, anticostituzionale, crudele.
Il Circolo UAAR di Bologna e la Rete Laica Bologna invitano tutti alla manifestazione organizzata mercoledì 18 maggio 2011, ore 18, in piazza Nettuno.
Il colore della protesta è l’arancione: venite indossando dei capi di questo colore. Se non vi sarà possibile, potrete comunque appuntarvi i fiocchi arancioni che saranno distribuiti in piazza.
[promuovi su Facebook]

manifestazioni , , , ,

Elezioni comunali 2011: 5 domande ai candidati consiglieri

6 maggio 2011

In vista delle elezioni comunali 2011 chiediamo ai candidati al consiglio comunale di rispondere alle 5 domande di laicità concreta pubblicate qui sotto. E’ possibile rispondere inserendo un commento o scrivendo un email a bologna@uaar.it (aggiungeremo noi le risposte fra i commenti).
Le prime tre riprendono le domande che la Rete Laica Bologna ha già posto ai candidati sindaco.
Le risposte pervenute saranno diffuse a soci e simpatizzanti sui propri canali informativi.

NB: accettiamo volentieri risposte molto sintetiche, chiediamo a tutti di limitarsi a poche righe per risposta.

1. La scuola della Repubblica

Ogni anno il Comune finanzia con piu’ di un milione di euro scuole d’infanzia private paritarie, quasi tutte cattoliche.
Ogni anno circa 200 bambini restano esclusi dalle graduatorie comunali e sono costretti a subire scelte educative confessionali, in contrasto col significato attribuito dalla Costituzione alla scuola di tutti. Non ritiene più utile impiegare questi fondi (un milione e 55.000 euro nel 2010) per coprire i 200 posti mancanti nella scuola paritaria comunale e per migliorare la qualità della stessa?
E’ a conoscenza e sostiene l’iniziativa referendaria su questo argomento promossa dal Comitato Articolo 33?

2. Morire con dignità

Il 25 gennaio 2010 il Consiglio comunale ha approvato la delibera istitutiva il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento, altrimenti dette testamenti biologici. Per renderlo operativo manca solo il regolamento attuativo. Se eletto si impegnera’ per attivarlo? Sempre in tema di fine-vita, Le chiediamo: in città esiste una sola laica “sala del commiato”, presso il cimitero della Certosa; s’impegnera’ a dotare Bologna di più spazi per celebrare i funerali civili?

3. Procreazione e sessualità: libere e liberi di scegliere

Di frequente ricorre il tema dell’apertura dei consultori alle associazioni di volontariato, tra cui tante cattoliche programmaticamente contrarie all’aborto. Sarebbe questa, a nostro giudizio, una perdita di laicità delle Istituzioni. D’altra parte, le donne che desiderano portare avanti una gravidanza sono costrette a misurarsi con una carenza di servizi e di aiuti pubblici. Cosa pensa dell’apertura dei consultori alle associazioni di volontariato? Quali iniziative dovrebbe intraprendere il Comune per favorire un’autentica possibilità di scelta?
Sempre in tema di diritti: è favorevole a una campagna informativa contro l’omofobia, la lesbofobia e la transfobia, come quella promossa dal sindaco di Berlino, Klaus Wowereit?

4. Finanziamenti all’edilizia di culto

Il Comune di Bologna finanzia l’edilizia di culto erogando alle Chiese il 7% degli oneri di urbanizzazione secondaria, circa 6 milioni di euro negli ultimi 10 nni. Questo esborso non è obbligatorio per il Comune, che potrebbe destinare i fondi ad altri scopi.
Non sarebbe preferibile devolvere questa somma per opere pubbliche quali asili, scuole, verde o manutenzione stradale?

5. Matrimoni civili

Da anni a Bologna i matrimoni civili sono circa il 66% dei matrimoni totali, più del doppio dei matrimoni religiosi. Ciononostante, solo la Sala Rossa di Palazzo d’Accursio è disponibile, costringendo gli sposi a lunghe attese.
Il Comune non dovrebbe mettere a disposizione altre Sale e ampliare gli orari di fruizione?
Si impegna a pubblicizzare maggiormente la possibilità di farsi sposare da una persona cara?

comunicati , , , , , , ,