Archivio

Archivio per la categoria ‘varie’

Comune e Università di Bologna progettano l’educazione alla pace solo con i “Capi delle Comunità religiose abramitiche”

11 aprile 2021

Comune e Università di Bologna escludono atei e agnostici e progettano l’educazione alla cittadinanza e alla pace solo con i “Capi delle Comunità religiose abramitiche”

catturacasadellincontro

Per la realizzazione della “Casa dell’incontro e del dialogo tra Religioni e Culture” la Città Metropolitana di Bologna e l’Università di Bologna hanno firmato un protocollo d’intesa con i “Capi delle Comunità Religiose Abramitiche di Bologna”. Tra gli scopi del progetto promuovere “l’educazione alla cittadinanza e alla pace, nel rispetto dei valori costituzionali e della laicità dello Stato, basata sulla conoscenza, la comprensione e l’interazione positiva e cooperativa fra persone appartenenti a differenti tradizioni religiose, ed il conseguente rispetto e valorizzazione interculturale”.

Comune e Università hanno “dimenticato” una componente interculturale fondamentale della società: le persone atee, agnostiche, areligiose e che in generale non vogliono essere inquadrate nello stereotipo di una appartenenza etnico-religiosa. Invece di istituire una “Casa della laicità” nella quale potevano trovare posto tutte le convinzioni sui temi religiosi, senza privilegiati e esclusi, hanno puntato a costruire un organismo comunitarista con rappresentanza affidata a capi religiosi di tre confessioni specifiche, alcuni dei quali possono essere esclusivamente uomini, quindi in aperta violazione dei principi di laicità e di eguaglianza tra i generi.

E’ inaccettabile la scelta istituzionale di escludere il diritto alla libertà dalla religione e i cittadini atei e agnostici da un tavolo istituzionale in cui si progetta l’educazione alla cittadinanza e alla pace. In Italia filosofi atei e agnostici erano presenti ben prima dell’arrivo delle religioni abramitiche e i non credenti oggi sono oltre 10 milioni: è imbarazzante che si parli di “tradizione” e “intercultura” escludendo una parte così importante della popolazione. Che peraltro sta anche crescendo in maniera travolgente tra le giovani generazioni.

Il protocollo prevede inoltre lo stanziamento di finanziamenti pubblici, come si evince dal fatto che “Il Comune di Bologna si impegna a fare la proposta di una sede, che sarà finanziata da contributi pubblici e privati”.

Il Circolo Uaar di Bologna chiede al sindaco di Bologna e della Città Metropolitana Virginio Merola e al rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini quali possibilità di partecipazione paritetica al progetto sono previste per le associazioni filosofiche non confessionali come l’Uaar. E di fare marcia indietro rispetto all’impostazione attuale data al progetto, che risulta essere escludente, comunitarista e pesantemente condizionata in senso confessionale.

Il testo del protocollo d’intesa

varie

“Aborto farmacologico. Una conquista da difendere”. A Bologna i manifesti UAAR!

16 marzo 2021

COMUNICATO STAMPA
Aborto farmacologico. Una conquista da difendere.
Al via anche a BOLOGNA e provincia la nuova campagna dell’Uaar

Da oggi al via anche a Bologna e Imola la nuova campagna dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar) Aborto farmacologico: una conquista da difendere, che vede come testimonial Alice Merlo, una giovane donna che nei mesi scorsi ha raccontato la propria esperienza in un post su Facebook denunciando che i «maggiori problemi legati all’ivg sono le dinamiche colpevolizzanti, la riprovazione sociale per aver fatto quella scelta, l’imposizione del senso di colpa e del dolore».

Dopo il Lazio e altre regioni, la campagna prende il via oggi anche nei territori di Bologna, Casalecchio di Reno e Imola. I manifesti pubblicitari saranno affissi per 15 giorni in via Caravaggio tra Bologna e Casalecchio, via 63° Brigata Bolero a Casalecchio, via Graziadei (rotonda piscina comunale) a Imola, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica in materia di aborto farmacologico.

A Bologna abbiamo tentato di affiggere i manifesti anche all’ingresso dell’ospedale Maggiore, ma l’AUSL di Bologna non ha preso in esame la richiesta: manca da lunghissimo tempo l’affidamento a una società esterna della gestione della raccolta pubblicitaria e l’AUSL rinuncia a gestirla in maniera diretta. Comprendiamo il momento di difficoltà della sanità pubblica, ma proprio per questo il disservizio comporta non solo un mancato incasso per l’AUSL, ma anche un ostacolo a veicolare corretta informazione sui diritti delle donne per l’aborto farmacologico. Una possibilità che proprio in periodo di lockdown dovrebbe essere pienamente e liberamente accessibile, per evitare ricoveri non necessari.

«Anche se abbiamo un’ottima sanità in Emilia Romagna, storture proprio come questa delle affissioni al Maggiore raccontano una realtà che ancora arranca nell’essere completamente aperta alla diffusione di informazioni corrette, anche solo per mancanze e lungaggini burocratiche» dichiara il coordinatore del circolo UAAR di Bologna, Andrea Ruggeri. «Oltre alla concessione di spazio a gruppi antiabortisti nei consultori, le intrusioni clericali e reazionarie nel sistema sanitario sono un ostacolo all’accesso libero alla Ru486, così come a tante altre prestazioni. A volte siamo illusi che qui le cose funzionino meglio perché Bologna è stata un passo avanti sui diritti civili e sociali rispetto ad altre parti d’Italia. Purtroppo quella storia non è più al passo coi tempi, perché - anche se è difficile fare un conto o reperire informazioni - esistono sacche di resistenza reazionaria anche nelle strutture ospedaliere o in alcuni punti farmaceutici. Per non parlare poi della provincia, con tutte le difficoltà delle piccole comunità. Per questo è importante lavorare anche su questo territorio, anche all’indomani dell’8 marzo: la nostra lotta continua».

Via Caravaggio, Bologna

Via Caravaggio, Bologna

Via Graziadei, Imola

Via Graziadei, Imola

Via 63° Brigata Bolero, Casalecchio di Reno

Via 63° Brigata Bolero, Casalecchio di Reno

Spazi inutilizzati, ospedale Maggiore, Bologna

Spazi inutilizzati, ospedale Maggiore, Bologna

varie , ,

Presentazione di “Lettere Eretiche” (Mark Twain) | 16 dic @ online

17 dicembre 2020

Mercoledì 16 dicembre 2020, ore 19:30, in collaborazione con La confraternita dell’uva, si è tenuta la presentazione online di

LETTERE ERETICHE
di Mark Twain

con il traduttore Guido Negretti e Andrea Ruggeri, coordinatore del Circolo UAAR Bologna.

Ordina da casa e ritira in libreria con www.goodbook.it
Ricevilo a casa con Bookdealer:
https://www.bookdealer.it/goto/9788893711036/39

Prensetazione di LETTERE ERETICHE di Mark Twain

cultura, presentazioni, varie

XX Settembre - 150 anni dalla breccia di Porta Pia!

21 settembre 2020

In occasione del centocinquantesimo anniversario della Breccia di Porta Pia, l’UAAR ha organizzato eventi in tutta Italia, con un grande evento a Roma di fronte il monumento della Breccia.

Per mantenere viva la memoria storica di un evento che ha segnato l’inizio della lotta per la laicità in una neonata Italia, anche a Bologna simpatizzanti e soci si sono impegnati in una presidio domenica 20 settembre dalle ore 17 sulla scalinata del Pincio, proprio di fronte a piazza XX settembre.

Il circolo UAAR di Bologna ha portato la strumentazione e permesso a chiunque di dare il proprio contributo politico, artistico, musicale, storico. Il filo conduttore della manifestazione è stato quello di ribadire l’importanza della lotta per la laicità a 150 anni dalla Breccia di Porta Pia!

Attivisti del Circolo Uaar di Bologna - 20 settembre 2020

XX Settembre - Per noi resta una festa!

manifestazioni, varie ,

Elezioni regionali 2020: risposte dei candidati alle domande laiche

4 gennaio 2020

Regionali 2020: risposte alle domande laiche

Inizia la pubblicazione delle risposte dei candidati alle elezioni regionali Emilia-Romagna 2020 alle domande laiche dell’Uaar.

Saranno inserite in questa pagina nell’ordine in cui giungeranno all’indirizzo emiliaromagna@uaar.it, affiché domenica 26 gennaio 2020 gli elettori possano scegliere in maniera più consapevole.

Prosegui la lettura…

comunicati, enti locali, varie , , , , ,

La Crociata anti-gender, dal Vaticano alla Manif pour tous

22 settembre 2018

Sabato 22 settembre 2018, alle ore 17, Giardino Lorusso in via Lodovico Berti 2/7 Bologna [mappa], all’interno della tre giorni Some Prefer Cake 2018 - Bologna Lesbian Film Festival, Libreria delle donne di Bologna, rete Attraverso lo specchio e Circolo UAAR di Bologna invitano alla presentazione del libro:

LA CROCIATA “ANTI-GENDER”. DAL VATICANO ALLE MANIF POUR TOUS
di Sara Garbagnoli e Massimo Prearo

Dialogheranno con l’autrice e l’autore Cristina Gamberi (il progetto Alice/ Attraverso lo specchio) e Andrea Ruggeri (Circolo Uaar di Bologna).

Che cos’è “la teoria del gender”? Il libro propone un’analisi della crociata reazionaria lanciata dal Vaticano contro il concetto di genere e dei movimenti di protesta che l’hanno incarnata. Queste mobilitazioni sono state organizzate, a partire dall’inizio degli anni 2010, in numerosi Paesi europei, da un fronte che riunisce gruppi anti-abortisti, tradizionalisti, membri dei movimenti ecclesiali e gruppi neofascisti. Concentrandosi in particolare sulla situazione italiana e francese, il libro studia la genesi del discorso “anti-gender” e ricostruisce le tappe delle manifestazioni (conferenze, veglie, Family Day) che ne hanno fatto una causa militante, per comprendere le ragioni del successo epistemologico e politico dell’“ideologia gender”.

Evento Facebook


cultura, presentazioni, varie

Brindiamo per il XX Settembre!

22 settembre 2018

Il Circolo UAAR Bologna insieme agli amici della Chiesa Pastafariana Italiana di Bologna brinda alla vittoria contro lo Stato Vaticano e la (supposta, sigh) fine del potere della Chiesa Cattolica sullo Stato Italiano.
Buon XX Settembre!

Giovedì 20 settembre 2018, dalle ore 20:00 alle 23:00, Old Bridge Pub, via Emilia Levante 27.
Evento Facebook
20set_bo_2018

meeting, varie ,

Uaar with Pride! Tutt* al corteo di sabato 7 luglio

5 luglio 2018

Il Circolo Uaar di Bologna, assieme alle altre associazioni del Comitato Bologna Pride, invita tutt* sabato 7 luglio alla manifestazione e al corteo finale del BOLOGNA PRIDE 2018.

Concentramento dalle ore 15 ai Giardini Margherita, piazzale Jacchia, vicino all’ingresso da Porta Santo Stefano.

Cercate le bandiere Uaar, manifestate con i colori della nostra associazione, indossate e distribuite i nuovi gadget Uaar with Pride!

Il corteo partirà alle ore 16.30 e percorrerà via Santo Stefano, via Farini, via Castiglione fin sotto le Torri, via San Vitale, Piazza Aldrovandi, Strada Maggiore fino alla porta, viale Carducci, via Dante, nuovamente via Santo Stefano per tornare ai Giardini Margherita.

Il circolo UAAR Bologna sarà presente con il banner e le bandiere UAAR, insieme ai circoli di Ravenna e di Modena. Sfileremo insieme accanto alle bandiere di BProud.

Vi attendiamo tutt* al Pride!

Documento Politico Bologna Pride 2018

uaar-with-pride-1-fs8

manifestazioni, varie , , ,

Riunione annuale @ Tarcaban café | 17 gen

17 gennaio 2017

post-fb-2Questa sera, martedì 17 gennaio, ore 21, socie e soci del Circolo Uaar di Bologna si riuniscono al Tarcaban café [mappa] per discutere delle attività svolte nel 2016, di quelle da programmare nel 2017, del bilancio 2016.
È anche la riunione di rinnovo delle cariche associative.

La convocazione è stata inviata via mail a socie e soci in regola con l’iscrizione per l’anno 2017 e anche a coloro che erano iscritti nel 2016, i quali potranno rinnovare l’iscrizione all’inizio della riunione.
Se sei simpatizzante e hai intenzione di iscriverti all’associazione, sarai la benvenuta/il benvenuto.

Arrivate per le ore 20! Sarà possibile bere e mangiare assieme al buffet del Tarcaban!

riunioni, varie

Aperitivo per XX Settembre @ sede Uaar Imola | 20 set

17 settembre 2016

Martedì 20 settembre, dalle 19 alle 21, tutte e tutti invitati a Imola in via Galeati 6, presso la sede della delegazione Uaar di Imola e Castel San Pietro Terme.

In occasione del  XX SETTEMBRE saranno offerti APERITIVO e BRINDISI LAICI!

Prosegui la lettura…

sede, varie ,