Archivio

Archivio per la categoria ‘varie’

Riunione annuale @ Tarcaban café | 17 gen

17 gennaio 2017

post-fb-2Questa sera, martedì 17 gennaio, ore 21, socie e soci del Circolo Uaar di Bologna si riuniscono al Tarcaban café [mappa] per discutere delle attività svolte nel 2016, di quelle da programmare nel 2017, del bilancio 2016.
È anche la riunione di rinnovo delle cariche associative.

La convocazione è stata inviata via mail a socie e soci in regola con l’iscrizione per l’anno 2017 e anche a coloro che erano iscritti nel 2016, i quali potranno rinnovare l’iscrizione all’inizio della riunione.
Se sei simpatizzante e hai intenzione di iscriverti all’associazione, sarai la benvenuta/il benvenuto.

Arrivate per le ore 20! Sarà possibile bere e mangiare assieme al buffet del Tarcaban!

riunioni, varie

Aperitivo per XX Settembre @ sede Uaar Imola | 20 set

17 settembre 2016

Martedì 20 settembre, dalle 19 alle 21, tutte e tutti invitati a Imola in via Galeati 6, presso la sede della delegazione Uaar di Imola e Castel San Pietro Terme.

In occasione del  XX SETTEMBRE saranno offerti APERITIVO e BRINDISI LAICI!

Prosegui la lettura…

sede, varie ,

Elezioni comunali 2016: quattro domande laiche ai candidati

3 maggio 2016

elezioni comunali 2016, quattro domande laicheDomenica 5 giugno 2016, a Bologna, si terranno le elezioni comunali.
L’eventuale ballottaggio si svolgerà domenica 19 giugno.

Il Circolo Uaar di Bologna invita candidate e candidati alla carica di sindaco e di consigliere comunale a rispondere alle seguenti quattro domande laiche, tutte su temi concreti e inerenti al mandato elettorale.

Le risposte che perverranno a bologna@uaar.it entro venerdì 3 giugno saranno pubblicate nei nostri canali informativi affiché gli elettori possano scegliere in maniera consapevole.

1) Interruzione dei finanziamenti all’edilizia di culto
Dal 2000 il comune di Bologna destina circa 500mila euro all’anno all’edilizia di culto. La Regione Emilia Romagna si è recentemente espressa ritenendo non più applicabili le disposizioni per destinare il 7% degli oneri di urbanizzazione  secondaria alle “chiese ed altri edifici per attività religiose”.  Di conseguenza la Giunta Merola, su sollecitazione dell’Uaar, ha sospeso questa erogazione, lasciando la decisione al nuovo Consiglio. Qual è la sua posizione in merito?

2) Laicità delle istituzioni
Lo scorso marzo solo grazie a una diffida dell’Uaar e a una protesta della CGIL sono state arginate le modalità invasive con cui la dirigenza del Comune aveva organizzato benedizioni ufficio per ufficio, in orario di lavoro e con allontanamento temporaneo dalla propria postazione per chi non voleva subire l’atto di culto. Qual è la sua concezione di laicità delle istituzioni e quali servizi laici a carico del comune potenzierebbe (matrimoni civili, registro dei testamenti biologici,  funerali civili, ecc.) ?

3) Ici/imu/tasi per le scuole private paritarie
Lo scorso luglio la Corte di cassazione ha dato torto a due scuole religiose che si erano “autoesentate” dal pagamento dell’Ici, consentendo al comune di Livorno di recuperare gli arretrati dal 2004.  Ritiene necessario esaminare le situazioni tributarie degli istituti paritari presenti nel territorio comunale, al fine di escludere casi di omessa dichiarazione e omesso pagamento dell’Ici, per gli anni dal 2004 al 2011, e dell’Imu/Tasi, ove previsto, per gli anni successivi?

4) Osservatorio sul rispetto delle indicazioni ONU riguardo all’IRC
Prima nel 2003 e poi nel 2011, il Comitato ONU che vigila sulla Convenzione sui diritti del fanciullo ha riproverato l’Italia sull’insegnamento della religione cattolica: perché occulta il suo carattere facoltativo, perché fa mancare valide alternative di insegnamento, perché è carente nelle informazioni per chi non vuole subire insegnamenti religiosamente orientati. È favorevole a istituire un osservatorio sul rispetto di queste indicazioni ONU, controllando direttamente le scuole dell’infanzia comunali e attivando collaborazioni e raccolte dati con le altre scuole sul territorio comunale?

enti locali, varie , , ,

Sveglia Bologna! È ora di essere civili @ Piazza del Nettuno | 23 gen

21 gennaio 2016

L’Uaar aderisce alla mobilitazione #SVEGLIATITALIA indetta per il 23 gennaio in tantissime piazze del nostro paese, in vista della discussione al Senato del ddl sulle unioni civili, da Arcigay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno [comunicato stampa nazionale Uaar].

Il Circolo Uaar di Bologna è tra le associazioni organizzatrici della tappa che tocca la nostra città:  SVEGLIA BOLOGNA! È ora di essere civili si svolgerà in Piazza del Nettuno sabato 23 gennaio, a partire dalla 15:30.

Sono previsti due flash mob, alle 16 e alle 16:30.
Partecipate numerosi e portate con voi sveglie di ogni tipo: alzeremo cuori egualitari e faremmo squillare le sveglie per dire a chi ci governa che il tempo è davvero scaduto. L’Italia non può restare ancora uno dei pochi Paesi europei senza nessun riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso. Condividi su Facebook

svegliabologna

*** Associazioni organizzatrici: ***
Amnesty International – Emilia Romagna
Arcigay Il Cassero LGBT center
ArciLesbica Bologna
Associazione ricreativa Eagle Nest / RED // Bologna
Bogasport
Famiglie Arcobaleno Bologna
KOMOS – Coro Gay di Bologna
MigraBO’ LGBT
Mit Movimento Identità Transessuale
Uaar Bologna
Uni LGBTQ

varie ,

Si parte! RendiAMO LA SCUOLA LAICA @ Red Square Festa Unità | 14 set

10 settembre 2015

Lunedì 14 settembre 2015, ore 19:30 - Red Square, Festa Unità di Bologna, Parco Nord

Si parte! RendiAMO LA SCUOLA LAICA

Tutto quel che c’è da sapere sul diritto all’ora alternativa con i risultati della ricerca Uaar nelle scuole bolognesi

incontro con
Simone Vincenzini
, studia Sociologia e Ricerca Sociale all’Università di Bologna, autore della ricerca nell’ambito di un tirocinio curricolare presso il Circolo Uaar di Bologna
Marina Pirazzi, sociologa, consulente nel contrasto alle discriminazioni
Roberto Grendene, responsabile campagne Uaar, consulente progetto Ora Alternativa
Conduce:
Barbara Amadesi, coordinatrice del Circolo Uaar di Bologna
Prosegui la lettura…

comunicati, presentazioni, scuola, varie ,

“THE BLUE BOY”: La chiesa cattolica e gli abusi sessuali sui minori in scena ai Teatri di Vita

10 marzo 2015

The Blue BoySono passati pochi anni da quando una commissione governativa in Irlanda ha aperto il vaso di Pandora degli abusi subiti da bambine e bambini negli istituti cattolici di quel paese. Qualcosa di inimmaginabile fu svelato, per la quantità e la qualità di questi abusi, e soprattutto per il loro reiterarsi: un vero e proprio sistema quasi scientifico di umiliazione psicologica e violenza fisica, che accomunava gli istituti religiosi in una vergognosa repressione dell’infanzia. Scusate, ho scritto un aggettivo sbagliato: “inimmaginabile”. In realtà, dagli anni ’20 del Novecento, cioè da quando il neonato stato irlandese aveva abdicato alla propria supremazia delegando l’educazione e il controllo alla Chiesa cattolica, la popolazione irlandese aveva sentore che qualcosa di perverso accadeva dietro ai muri delle scuole e dei collegi: si sussurrava, in un perfetto clima di omertà.
Prosegui la lettura…

cultura, spettacolo, varie

Riunione di circolo: giovedì 26 febbraio, ore 21

26 febbraio 2015

Giovedì 26 febbraio alle ore 21.00, presso il Centro Sociale Costa, via Azzo Gardino 48, Bologna [mappa], è convocata la riunione del Circolo UAAR di Bologna, con il seguente ordine del giorno:

  • Prerogative dell’attivo e ruolo dei soci
  • Attività 2015
  • Modalità di comunicazione del circolo
  • Varie ed eventuali

Avranno diritto di voto i soci iscritti per l’anno 2015.
Sarà possibile iscriversi o rinnovare l’iscrizione prima della riunione.
È inoltre sempre possibile iscriversi e rinnovare l’iscrizione online.

varie ,

Sbattezzo Point @ Spazio inDue | 19 dic

15 dicembre 2014

Sbattezzo Point @ Spazio inDue | 19 dic 2014Non tolleri più l’ingerenza del Vaticano nella tua vita?
Stanco di essere giuridicamente “suddito del vescovo”?
Sei indignata per l’invasione dei ginecologi obiettori?
Ritieni che il pedobattesimo sia lesivo della libertà di scelta?
Sei contrario a regalare alla Chiesa 6 miliardi l’anno di soldi pubblici?

Il Circolo Uaar di Bologna ti invita allo Sbattezzo Point presso lo Spazio inDue, vicolo Broglio 1/F - Bologna, venerdì 19 dicembre 2014, dalle ore 21.00 in avanti.

Per informazioni, moduli, sbattezzi e chiacchiere!

Evento su facebook
Evento su google+

notizie, varie ,

I dati della Regione dal 2010: 8,8 milioni alle diocesi per i sacerdoti in ospedale

28 gennaio 2014

L’assessorato Politiche per la salute della Regione Emilia Romagna ha risposto oggi all’interrogazione di Franco Grillini (LibDem) presentata il 20 gennaio scorso, nella quale era stato chiesto alla Giunta «a quanto ammonti la spesa complessiva sostenuta dalle Aziende del Servizio sanitario regionale nell’arco temporale 2010-2013 per finanziare il servizio di assistenza religiosa».

ar_costi_2010_2013L’assessore Carlo Lusenti scrive nel documento presentato all’assemblea regionale che «la spesa complessiva regionale per l’assistenza religiosa sulla base dei bilanci presentati dalle Aziende sanitarie è :
al 31.12.2010 è di 2.207.000,00 euro
al 31.12.2011 è di 2.208.000,00 euro
al 31.12.2012 è di 2.208.000,00 euro
Per il 2013 la spesa è stata verificata sulla base del preconsuntivo, e quindi soggetta a variazione, ed è pari a 2.183.000,00 euro».

Nel periodo 2010-2013 è stato dunque necessario pagare alle diocesi 8.806.000 euro per fare sì che i sacerdoti cattolici svolgessero la loro azione pastorale all’interno degli ospedali dell’Emilia Romagna. Una media di oltre 2,2 milioni l’anno, che non tiene conto delle ulteriori spese che le Ausl sostengono per cappelle e sale riunioni gestite dagli assistenti religiosi cattolici, e delle spese per alloggi, pulizie, utenze e altri privilegi a loro riservati.

I proclami per una Chiesa povera si scontrano con una realtà ben diversa: nemmeno il conforto religioso agli ammalati cattolici è gratuito, ma pagato a caro prezzo da tutti i contribuenti.

enti locali, ospedali, varie ,

Darwin Day 2014

26 gennaio 2014

Il Circolo Uaar di Bologna, con il patrocinio del Comune di Casalecchio di Reno e dell’Istituzione Casalecchio delle Culture presenta:

Darwin Day 2014
L’evoluzione dell’Homo sapiens
fra genetica e ambiente, fra natura e cultura
con Bruna Tadolini

Ciò che ha fatto acquisire all’Homo sapiens le funzioni che lo caratterizzano come specie (camminare in modo bipede, parlare, pensare, essere autocosciente) è stato un processo evolutivo durato milioni di anni. Lo sviluppo delle strutture anatomiche che permettono lo svolgimento di queste funzioni si basa sull’azione di molteplici geni.
Questo ci fa senz’altro dire che è la genetica che ci fa uomini. Ma quanta influenza esercita l’ambiente sulla espressione delle potenzialità genetiche di ognuno di noi? Quanto ha contribuito la cultura all’evoluzione genetica dell’Homo sapiens?

La trattazione divulgativa è adatta a un pubblico di tutte le età, in particolare a studenti della scuola media e superiore.
La prof.ssa Bruna Tadolini, già docente di Biologia molecolare all’Università di Bologna e di Biochimica all’Università di Sassari, collabora con il progetto Linfa - Luogo per l’Infanzia, le Famiglie, l’Adolescenza, del Comune di Casalecchio.

Giovedì 20 febbraio 2014, ore 18:30
Piazza delle Culture - Casa della Conoscenza, via Porrettana 360, Casalecchio di Reno
Ingresso libero.

Scarica il volantino

Vedi elenco Darwin Day Uaar 2014 italiani.

conferenze, cultura, varie ,