Archivio

Archivio per la categoria ‘comunicati’

Ricerca su attività alternative alla religione cattolica nelle scuole bolognesi

23 settembre 2015

Quanti genitori chiedono per i loro figli attività scolastica alternativa all’insegnamento della religione cattolica (IRC)? Le scuole informano, distribuiscono la modulistica, organizzano le attività alternative?  E di che tipo? Genitori e studenti che non scelgono l’insegnamento religioso a scuola sono messi in grado di esercitare il diritto all’istruzione e la libertà di coscienza?

ricercaoa2015_uaarboA queste domande ha cercato di dare risposta la ricerca Ora alternativa negli Istituti Comprensivi bolognesi promossa dal circolo Uaar di Bologna e svolta sul campo nel primo semestre del 2015 da Simone Vincenzini, studente di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Bologna, che all’interno del proprio tirocinio curricolare ha intervistato i dirigenti degli istituti comprensivi (IC) statali del comune di Bologna. O meglio, solo gli 8 su 19 che hanno accettato di collaborare, che corrispondono a 8 IC su 21 (due dei presidi che non hanno risposto hanno una doppia dirigenza). Un primo risultato della ricerca è quindi la scarsa propensione a comunicare informazioni che dovrebbero essere pubbliche e prontamente aggiornate dalle scuole, mentre invece sono diffuse in esclusiva dalla CEI, che sceglie tempi e modi per farlo.
Passiamo ora gli altri risultati della ricerca.
Prosegui la lettura…

comunicati, scuola , ,

Parte la campagna Belli senz’anima

17 settembre 2015

È partita la nuova campagna dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar), dal titolo “Belli senz’anima“. Una serie di manifesti, affissi inizialmente in alcuni comuni delle province di Bologna, Torino, La Spezia, Ragusa e poi in altre località italiane, che hanno per protagonisti i volti degli attivisti dell’associazione.
Il Circolo Uaar di Bologna ha programmato, a partire da oggi, affissioni nei comuni di: Bologna, Imola, San Lazzaro, Granarolo, Castel Maggiore, Argelato e Castel San Pietro.

Prosegui la lettura…

comunicati ,

Si parte! RendiAMO LA SCUOLA LAICA @ Red Square Festa Unità | 14 set

10 settembre 2015

Lunedì 14 settembre 2015, ore 19:30 - Red Square, Festa Unità di Bologna, Parco Nord

Si parte! RendiAMO LA SCUOLA LAICA

Tutto quel che c’è da sapere sul diritto all’ora alternativa con i risultati della ricerca Uaar nelle scuole bolognesi

incontro con
Simone Vincenzini
, studia Sociologia e Ricerca Sociale all’Università di Bologna, autore della ricerca nell’ambito di un tirocinio curricolare presso il Circolo Uaar di Bologna
Marina Pirazzi, sociologa, consulente nel contrasto alle discriminazioni
Roberto Grendene, responsabile campagne Uaar, consulente progetto Ora Alternativa
Conduce:
Barbara Amadesi, coordinatrice del Circolo Uaar di Bologna
Prosegui la lettura…

comunicati, presentazioni, scuola, varie ,

L’Uaar ai sindaci: riscuotete Ici e Imu dalle scuole private, con gli arretrati

9 agosto 2015

Con le sentenze n.14225 e n.14226 depositate l’8 luglio 2015, la Corte di Cassazione ha dato torto a due scuole private religiose e ragione al comune di Livorno, che ora incasserà l’Ici non versata dall’anno 2004 per gli edifici di proprietà della Congregazione delle Suore Mantellate Serve di Maria e dell’Istituto S. Spirito delle Salesiane di Don Bosco. Per la suprema corte, incassare la retta scolastica qualifica il carattere commerciale dell’attività svolta in tali immobili, mentre l’esenzione spetterebbe solo nel caso di destinazione esclusiva ad attività di religione e di culto.

Prosegui la lettura…

comunicati, enti locali, scuola

Appello Uaar ai sindaci: chiedete l’8 per mille statale per scuole e calamità naturali

23 giugno 2015

Dopo aver spinto i primi comuni a chiedere finanziamenti al Governo nel 2014, il circolo Uaar di Bologna scrive anche quest’anno ai sindaci affinché presentino domanda per l’8 per mille statale, indicando come progetto da finanziare la messa in sicurezza di una scuola oppure un intervento a tutela della pubblica incolumità a fronte di calamità naturali.
Prosegui la lettura…

comunicati, enti locali, scuola ,

Sportello Sbattezzo @ Cassero LGBT Center | tutti i sabati ore 10-12

16 aprile 2015

Dichiarazione Universale dei Diritti Umani:
Art. 18: «Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo…». L’ONU ha chiarito che l’art.18 «protegge le convinzioni non-teistiche e atee» e «include il diritto di sostituire la propria fede o convinzione con un’altra o di adottare punti di vista atei».
Art. 19: «Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione…»
Art. 20: «Nessuno può essere costretto a far parte di un’associazione»

Cambiare religione, o non averne più una, è un diritto dell’uomo, riconosciuto da numerose dichiarazioni e convenzioni internazionali.
Nonostante il nome, inizialmente promosso dai vescovi, lo sbattezzo non è un controrito vendicativo. È invece l’esercizio dell’elementare diritto di uscire formalmente da una religione, inquadrato nel contesto giuridico italiano grazie a una iniziativa legale dell’Uaar.

Prosegui la lettura…

comunicati, sede ,

Comunicato associazioni lgbt e friendly bolognesi a sostegno del Cassero

21 marzo 2015

COMUNICATO DELLE ASSOCIAZIONI LGBT E FRIENDLY BOLOGNESI
A SOSTEGNO DEL CASSERO

Le associazioni che sottoscrivono questo documento esprimono la loro solidarietà nei confronti del Cassero, oggetto in questi giorni di attacchi violenti e pretestuosi, per aver promosso e ospitato nei propri locali la festa “Venerdì Credici” (13 marzo 2015).

Non si tratta qui di difendere quanto accaduto durante quella serata, che può comprensibilmente apparire a qualcuna/o di cattivo gusto, esagerato e offensivo. Ciascuna persona è in grado di formarsi una propria opinione a riguardo. Certamente, comunque lo si giudichi, quanto accaduto non giustifica in alcun modo il tono e il livello di violenza delle reazioni di questi giorni. Avremmo apprezzato, se tutte le persone che, con tono più o meno pacato e civile, hanno preso pubblicamente parola per condannare le performance incriminate avessero speso anche qualche parola per denunciare tutta l’aggressività che si è riversata sul Cassero a seguito della pubblicazione delle immagini relative: insulti omofobi e razzisti – c’è chi si è indignato per la messa in scena di un Gesù Cristo “negro” – e minacce di una violenza inaudita. C’è chi è arrivato a invocare la deportazione e la riapertura dei forni crematori. Ma in poche/i hanno pensato che tutto ciò meritasse un commento.

Prosegui la lettura…

comunicati

Bufera su “Venerdì Credici”: solidarietà al Cassero

20 marzo 2015

Se l’Uaar esiste, non è certo per criticare gratuitamente la religione. L’Uaar non è un’associazione antireligiosa. È invece nata per contribuire a innovare un paese pesantemente condizionato in senso confessionale. Difende la libertà di espressione, ma non pratica e non invita a praticare la blasfemia. Argomenta, non urla.
[Dal manifesto di intenti Uaar]

Il nostro circolo ha partecipato alla serata Venerdì Credici organizzata dal Cassero LGBT Center, dando modo di esercitare, ai sensi di un provvedimento del Garante della privacy, il diritto umano fondamentale di uscire da una religione.
La pubblicazione di fotografie goliardiche e irriverenti di alcuni momenti privati della festa ha scatenato una bufera sul Cassero, attaccato con violenza e strumentalmente sul web, dalla politica, dalla Curia.

Prosegui la lettura…

comunicati , ,

Darwin Day 2015. “Pastafarianesimo: una seria tesi evoluzionistica”

14 febbraio 2015

dd_2015 PastafarianesimoPer festeggiare il compleanno di Charles Darwin, il Circolo Uaar invita tutte e tutti all’incontro:

Pastafarianesimo
Una seria tesi evoluzionistica

Con
Giampietro Bellotti, il nazista dell’Illinois al soldo delle lobby gay
Marco Miglianti, presidente Chiesa Pastafariana Italiana
Fernando Santagata, coordinatore Uaar per l’Emilia Romagna

Giovedì 19 febbraio 2015 - dalle ore 18:30
La Gazzetta - via Zamboni 26, Bologna

Durante l’incontro aperitivo con spaghettata a 10€ curato da La Gazzetta
È apprezzato il dress code piratesco

Evento facebookEvento Google+

comunicati, dibattiti ,

L’Uaar scrive al Provveditore: richiamare le scuole al senso civico e a non discriminare su base religiosa

11 febbraio 2015

Dopo l’approvazione a maggioranza dell’autorizzazione alle benedizioni cattoliche all’IC20, il Circolo Uaar di Bologna scrive oggi al Provveditore e agli uffici ispettivi dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR).

Ai dirigenti dell’USR è stato chiesto un intervento per richiamare le scuole:

  • al rispetto del supremo principio costituzionale della laicità dello Stato;
  • a non mettere in pratica con i propri atti alcuna discriminazione su base religiosa, ricordando che se vengono autorizzate le pratiche religiose di una confessione dovranno conseguentemente essere autorizzate senza disparità di trattamento anche quelle di altre confessioni, ed anche le attività richieste dalle associazioni filosofiche non confessionali, che sono considerate omologhe sul piano giuridico alle confessioni religiose dalla Legge n. 57/2005 (ratifica del trattato di adozione della Costituzione europea);
  • a non far percepire in alcun modo come organizzate o promosse dalla scuola attività ad essa estranee, quali sono quelle religiose e di culto, ponendo la massima attenzione a non creare disagio o barriere divisive tra gli alunni e le loro famiglie; in particolare, evitare la contiguità dell’attività scolastica con attività richieste o organizzate da confessioni religiose.

Prosegui la lettura…

comunicati, scuola ,